VOLLEY FEMMINILE

Dall'Italvolley a Perugia: Mazzanti torna ad allenare in Serie A1

Il c.t. della Nazionale italiana femminile prende il posto sulla panchina umbra di Fabio Bovari

di
  • A
  • A
  • A

Il campionato di pallavolo femminile ritrova uno degli allenatori più importanti del panorama mondiale: Davide Mazzanti, tre volte campione d'Italia e vice-campione del mondo, è il nuovo tecnico della Bartoccini Fortinfissi Perugia. Il c.t. della Nazionale italiana assume così il doppio incarico, proprio nella stagione che anticipa i Giochi Olimpici di Tokyo 2021 in cui l'Italia ambisce a una medaglia fin qui mai ottenuta nelle cinque partecipazioni precedenti.

Davide Mazzanti, c.t. dell'Italvolley femminile
Italy Photo Press

Il corteggiamento della squadra di Antonio Bartoccini, cominciato nei primi giorni di ottobre, è andato a buon fine. Si riunisce così una delle coppie più famose del volley italiano: a Perugia, infatti, Mazzanti tornerà a lavorare con sua moglie, Serena Ortolani. Tante le vittorie e i successi che i due hanno condiviso (tre scudetti, una Champions League, un argento Mondiale e non solo), compresa la medaglia più bella: la nascita di loro figlia Gaia nel 2013.

Le prime dichiarazioni di Davide Mazzanti da nuovo allenatore di Perugia: "Sarà sicuramente una sfida quella di prendere una squadra in corsa, che però ho colto perché credo che sia una bella squadra. Sarà per me una grande opportunità, perché arrivare alle Olimpiadi senza avere la possibilità di andare in panchina per un periodo così lungo, mi spaventava poiché sarebbe stato oltre un anno e mezzo dall'ultima volta".

Da cosa ripartirà la Bartoccini Fortinfissi 2.0: "La cosa su cui dovremo cominciare a lavorare da subito è l'atteggiamento, quando ci si comporta in un certo modo rischi che quel comportamento ti rimanga addosso, quindi se fino ad ora non ci siamo comportati al nostro livello, adesso possiamo comunque cambiare le cose e non cadere nel tranello, questa sono certo sia la cosa più importante da cui partire".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments