US OPEN

US Open: Medvedev supera anche Van De Zandschulp e vola in semifinale  

Il russo perde il primo set del suo torneo, ma vince 6-3, 6-0, 4-6, 7-5. Nel tabellone femminile, continua la favola di Leylah Fernandez, che elimina Elina Svitolina

  • A
  • A
  • A

Continua la cavalcata agli US Open di Daniil Medvedev: il russo perde il suo primo set in tutto il torneo, ma batte 6-3, 6-0, 4-6, 7-5 una delle rivelazioni del singolare maschile, Botic Van De Zandschulp: ora affronterà Felix Auger-Aliassime o Carlos Alcaraz. Nel tabellone femminile, prosegue la favola di Leylah Fernandez: la numero 73 Wta vince con il risultato di 6-3, 3-6, 7-6(5) ed elimina la numero 5 al mondo Elina Svitolina.

TABELLONE MASCHILE
Per la terza edizione consecutiva, Daniil Medvedev accede alle semifinali degli US Open. Il numero 2 al mondo batte in quattro set una delle sorprese del tabellone maschile, Botic Van De Zandschulp, 117esimo della classifica Atp ma capace di eliminare, tra i vari, Diego Schwartzman. L'avvio è tutto in favore del russo, che parte forte e con due break si porta subito sul 5-1; l'olandese ne recupera uno e accorcia sul 3-5, ma perde nuovamente il servizio e cede 6-3. Nel secondo, non c'è storia: Medvedev lascia soltanto le briciole all'avversario e approfitta di tutte e tre le palle break concesse da Van De Zandschulp, chiudendo sul 6-0.

Il 25enne, però, reagisce e in avvio di terzo parziale trova subito tre palle break senza tuttavia sfruttarle. La quarta che arriva al quinto game, però, è quella buona: l'olandese si porta dall'1-2 al 4-2 e, con il punteggio di 6-4, accorcia le distanze nel conto dei set, con Medvedev che per la prima volta nell'edizione 2021 degli US Open perde un parziale. Nel quarto, però, la contesa si chiude: nonostante Van De Zandschulp annulli un match point sul 5-4, il russo sfrutta il secondo e vince 7-5, centrando la qualificazione: tra il numero 2 al mondo e la sua seconda finale dopo quella del 2019, adesso, c'è solo uno tra Felix Auger-Aliassime e Carlos Alcaraz. Finisce, invece, l'avventura da outsider a Flushing Meadows di Botic Van De Zandschulp, che era riuscito ad accedere al tabellone principale tramite le qualificazioni e che adesso può consolarsi con la consapevolezza di essere l'unico prima delle semifinali ad essere riuscito a strappare un set a Medvedev. L'olandese, inoltre, centra un poderoso balzo in avanti nel ranking Atp, accedendo alla top 100.

TABELLONE FEMMINILE
Leylah Annie Fernandez non si ferma più: dopo aver eliminato la terza al mondo Naomi Osaka e la 17esima Wta Angelique Kerber, la canadese stende anche la numero 5 Elina Svitolina, centrando la sua prima semifinale in uno Slam. Tutto questo, va sottolineato, dopo aver compiuto 19 anni da poche ore. La classe 2002 parte forte, mette pressione all'ucraina e si guadagna due palle break: la seconda le vale l'acuto decisivo e il successo per 6-3 nel primo set. Nel secondo, però, Svitolina reagisce e stordisce Fernandez trovando due break di fila e un perentorio 5-1. Neanche questo parziale spaventa la canadese, che accorcia le distanze e ha persino tre palle per il 4-5 sul turno in battuta della numero 5 Wta, che però resiste e con il 6-3 del secondo set rimette tutto in perfetta parità.

Nel terzo e decisivo parziale, Fernandez parte meglio e sale sull'1-3, poi incassa un controbreak, ma strappa nuovamente il servizio a Svitolina e sale sul 5-3. Sembra finita: al momento di servire per il match, però, la canadese cede all'ucraina, che vince il turno in battuta e annulla lo svantaggio, garantendosi di fatto il tie-break. Dopo una buona partenza prontamente arginata, Leylah Annie Fernandez trova due punti di fila e chiude sul 7-5, guadagnandosi così l'accesso alla semifinale, la prima in uno Slam ad appena 19 anni. Per scrivere ulteriormente la storia, la canadese dovrà superare un'altra top 10 Wta: la nona al mondo Barbora Krejcikova o la numero 2 Aryna Sabalenka.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments