Federer: "Record? Non ci credo"

Lo svizzero dopo l'ottavo trionfo: "Mi spiace per Cilic. Spero di di poter tornare a difendere il titolo il prossimo anno"

  • A
  • A
  • A

Roger Federer ha appena vinto il suo ottavo Wimbledon, ma il primo pensiero va per il suo avversario non al meglio della condizione. "Mi dispiace per Cilic - ha spiegato lo svizzero -. Deve essere orgoglioso di quello che ha fatto, anche se non sentirsi bene in finale è molto crudele. Aver vinto di nuovo questo trofeo è magico: è troppo".Il mio record qui a Londra? Quasi non ci credo. Spero di poter tornare a difendere il titolo il prossimo anno".

"La pausa al Roland Garros mi ha fatto bene? Allora farò un altro stop. Non sono cosi' sicuro pero' che il ritorno sia sempre così positivo. Mi ha fatto bene la pausa: abbiamo lavorato tanto e bene".

King Roger è tornato a trionfare dopo 5 anni e due finali perse con Djokovic. "Dopo le finali perse contro Djokovic in molti pensavano che era finita per me ma io ho continuato a crederci".

Non mancano i complimenti agli organizzatori. "Qui tutto è super. Ci sono state su questi prati tante leggende. Dal primo giorno alla finale il Centrale e' sempre esaurito. E' tutto perfetto: spero di poter tornare a difendere il titolo il prossimo anno.

Chiusura con i ringraziamenti a famiglia e staff. "I miei figli maschi sono piccoli e pensano che il campo sia soltanto un bel prato. Le ragazze, più grandi, si divertono un po' di più a vedermi giocare. Per la mia famiglia e per il mio team è un bel momento. Grazie a loro e grazie alla Svizzera".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments