WIMBLEDON

Tennis, Wimbledon: Sinner eliminato ai quarti, Medvedev trionfa in cinque set 

L’altoatesino sconfitto dal russo 6-7, 6-4, 7-6, 2-6, 6-3 dopo quasi quattro ore di gioco saluta il sogno di approdare in semifinale

  • A
  • A
  • A

Jannik Sinner è fuori da Wimbledon 2024: l’altoatesino si arrende 3-2 contro Daniil Medvedev con il punteggio di 6-7, 6-4, 7-6, 2-6, 6-3 in tre ore e cinquantaquattro minuti di gioco. Il numero uno al mondo parte bene, poi cala fisicamente anche a causa di alcuni giramenti di testa. Il russo prende in mano la partita, rischia al quarto set ma poi va a prendersi di forza la semifinale, dove affronterà Alcaraz.

Si ferma ai quarti di finale il cammino di Sinner a Wimbledon 2024, sconfitto da Medvedev 3-2 in quasi quattro ore di incontro. Il primo set è estremamente equilibrato: i due tengono tutti i turni di battuta di loro appartenenza, senza mai concedere palle break. Sul 6-6 si accende il tie-break, in cui l’altoatesino sembra essere leggermente in affanno. Medvedev fallisce il primo set point con un doppio fallo, e sempre con lo stesso errore concede di fatto il primo parziale al numero 1 al mondo con il 7-6(7) che vale l’1-0. Nel secondo set il russo trova subito il break sull’1-1, con Sinner che sembra anche faticare e arrancare un po’ dal punto di vista fisico. L’azzurro annulla altre due palle break sul 4-2, ma cade comunque con il 6-4 finale che riporta in parità il conteggio dei set. Anche nella terza partita Daniil strappa subito il turno di battuta al suo avversario, con Jannik che si ferma per il time-out medico a causa di alcuni giramenti di testa. Dopo l’interruzione il primo nel ranking Atp sembra tornare in campo con più energie riuscendo a trovare il suo primo break per salvare il parziale e riportarsi sul 5-5: il russo annulla due set point e i due arrivano nuovamente al tie-break, in cui Medvedev ribalta la situazione portandosi sul 2-1 con il 7-6(4). Sinner reagisce e risponde da vero e proprio numero uno al mondo nel quarto set, alzando il livello del suo tennis e strappando il servizio al suo avversario per due volte consecutive: l’ultimo vincitore degli Australian Open archivia la pratica con un secco 6-2, riportando l’incontro in parità sul 2-2. Medvedev rischia con qualche doppio fallo di troppo nel parziale decisivo, ma trova il break necessario per allungare e andare a chiudere, con Sinner che non riesce a trasformare un paio di palle break per tornare in corsa. Vince Medvedev 6-7, 6-4, 7-6, 2-6, 6-3 e vola in semifinale, eliminato Jannik.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti