Australian Open: Fognini e la Giorgi al secondo turno, Cecchinato e Vanni out

Il ligure batte Munar per infortunio, Cecchinato e Vanni ko contro Krajinovic e Carreño Busta. Tra le donne Camila senza problemi contro Jakupovic

  • A
  • A
  • A

È di due vittorie e due sconfitte il bilancio degli italiani impegnati nel secondo giorno degli Australian Open. Fabio Fognini sconfigge per tre set a zero lo spagnolo Jaume Munar, ritiratosi nel terzo parziale (7-6, 7-6, 3-1). Fuori Marco Cecchinato e Luca Vanni, battuti al quinto set rispettivamente da Filip Krajinovic e da Pablo Carreño Busta. Camila Giorgi va al secondo turno sconfiggendo Dalila Jakupovic (6-3, 6-0).

Buona la prima per Fabio Fognini agli Australian Open. Il numero 12 del tabellone approfitta del ritiro dello spagnolo Jaume Munar nel terzo set e avanza al secondo turno. 7-6 (7-3), 7-6 (9-7), 3-1 il punteggio. Primo set rapido: soltanto nel sesto game si giocano sei punti, gli altri sono tutti molto corti (l'ottavo dura 56"). Si arriva al tie break in appena 35 minuti: Fognini commette doppio fallo sull'1-1 e va sotto 1-3, prima di infilare un parziale di 6-0 con cui vince il primo set. Nel secondo il ligure deve inseguire sin dall'inizio: Munar gli ruba subito il servizio e lo mantiene fino al 3-4. L'aggancio arriva sul 4 pari con Fognini che gioca due scambi perfetti. Sul 5-5 l'italiano concede due palle break e non riesce a fronteggiare la seconda: Munar va in vantaggio ma in vista del traguardo si scioglie, complice un nastro non amico sul set point. È 6-6, è ancora tie break, è ancora strappo iniziale di Munar, avanti 2-0. Fognini risponde e sale 3-2. Occasioni sprecate da una parte e dall'altra, poi Fognini chiude 9-7 dopo 76 minuti di battaglia. Nel terzo set il punteggio è di 1-1 ma Munar ha problemi alla coscia sinistra e al quinto game alza bandiera bianca. Fognini adesso se la vedrà con Leonardo Mayer. L'argentino ha battuto per 3 set a 1 il cileno Nicolas Jarry.

Delude Marco Cecchinato, sconfitto dal serbo Filip Krajinovic al quinto set con il punteggio di 4-6, 0-6, 6-1, 7-6 (10-8), 6-4. Cecchinato porta a casa il primo set pur perdendo il servizio nel settimo game. Il palermitano piazza un controbreak nell'ottavo gioco e vince il primo parziale su servizio del serbo. Poi, fa la differenza con il servizio e rulla l'avversario nel secondo set, finito 6-0. Quasi come se avesse bisogno di lotta per rimanere concentrato, Cecchinato sembra distratto nel terzo parziale e non riesce a mantenere l'alto livello di gioco: Krajinovic prende fiducia, si porta sul 4-0 e vince il set (6-1). Nel quarto parziale, l'italiano ruba subito il servizio e serve per il match sul 5-4 in suo favore, il serbo tuttavia resiste e manda il set al tie-break. Sull'8-7 Cecchinato non trova il lungolinea e getta al vento l'occasione per chiudere la partita. Altri due errori lo costringono al quinto set. L'apertura del parziale vede Cecchinato ancora in sofferenza: Krajinovic, in fiducia totale, recupera dal 30-0 per l'italiano e gli ruba subito il servizio. Una botta psicologica per Cecchinato, che non recupera più: nell'ultimo game il serbo fa valere il suo servizio (decimo nel quinto set, 20 in totale) e porta a casa il set decisivo per 6-4.

Eliminato anche Luca Vanni, che fa sognare per due set ma si arrende alla distanza. L'azzurro, numero 163 Atp, è stato sconfitto con il punteggio di 6-7 (5-7), 2-6, 6-3, 7-5, 6-4 dal più quotato Pablo Carreño Busta, numero 23 Atp, dopo quasi quattro ore di battaglia. Il toscano ha dovuto cedere alla miglior condizione fisica dell'avversario, ma è stato protagonista di una partita onorevole, riuscendo a sorprendere lo spagnolo nella prima parte di gara. Nel terzo set Vanni cala con le prime di servizio, Carreño Busta acquista fiducia e alza il livello di gioco. Vanni è ad un solo set dal realizzare una strepitosa impresa, ma Carreño Busta non molla mai, trova il break nel sesto game del terzo set, poi vinto 6-3. Anche nel quarto parziale lo spagnolo non concede palle break, mentre Vanni ne salva prima due nel nono game e poi deve cedere il servizio nell'undicesimo. Carreño Busta porta a casa il quarto set per 7-5. Vanni non si abbatte e salva cinque palle break in apertura del quinto parziale. Lo spagnolo riesce comunque a strappare il servizio nel quinto game e scappa nel punteggio. Con un dritto vince 6-4 il set decisivo e passa al secondo turno.

Tra le donne, tutto facile per Camila Giorgi che batte per due set a zero la slovena Dalila Jakupovic (6-3, 6-0). Giorgi domina letteralmente la scena dal primo all'ultimo punto e chiude il match in 55 minuti. Nel primo set le accelerazioni dell'italiana costringono spesso Jakupovic a forzare, e nel quarto gioco la slovena incappa in due doppi falli regalando il break in favore della 26enne di Macerata, che chiude il primo parziale con cinque ace. Nel secondo set Giorgi ha un solo passaggio a vuoto, ma annulla due palle break e chiude i giochi non lasciando game all'avversaria. Affronterà la polacca Iga Swiatek, che ha battuto 6-3, 3-6, 6-4 la rumena Ana Bogdan.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments