Sci, a Schwarz combinata di Wengen

L'austriaco, dopo aver chiuso al comando la prima manche a slalom, si difende dall'assalto di Muffat-Jeandet in discesa

  • A
  • A
  • A

Un inizio di 2019 da incorniciare per Marco Schwarz che, dopo il parallelo di Oslo, trionfa nella combinata maschile di Wengen, in Svizzera. L'austriaco, il migliore a slalom nella prima manche, rifila 42 centesimi al francese Muffat-Jeandet, secondo, e 1"12 all'altro transalpino, Alexis Pinturault, terzo. Il migliore degli azzurri è Riccardo Tonetti, ottavo a 1"96 di ritardo. Delusione per Dominik Paris, uscito nello slalom per una inforcata.

E' un 2019 da incorniciare, fino a questo momento, quello dell'austriaco Marco Schwarz. Dopo essersi imposto nel City Event di Oslo, il 23enne trionfa anche nella tradizionale combinata maschile di Wengen, valevole per la Coppa del Mondo. Una grande dimostrazione di forza e duttilità da parte dell'austriaco, che nasce come slalomista, ma che il suo allenatore vorrebbe riuscire a trasformare in un vero e proprio discesista. Una metamorfosi che, a conti fatti, non sembra nemmeno così improbabile. Dopo aver chiuso al comando la prima manche tra i pali stretti, con 20 centesimi di vantaggio nei confronti del francese Alexis Pinturault, Schwarz scia senza timori anche in discesa, prendendosi più di qualche rischio e rispondendo alla straordinaria prova dell'altro francese Victor Muffat-Jeandet (terzo dopo lo slalom).

Schwarz ferma il cronometro con il tempo di 2:36.92, che vale il 14° crono di manche, ma che, soprattutto, gli permette di rifilare 42 centesimi a Muffat-Jeandet, secondo. Non riesce a tornare al successo a più di un anno dall'ultima affermazione in Coppa del Mondo, invece, Alexis Pinturault, il favorito numero uno della vigilia, che deve accontentarsi del gradino più basso del podio, con 1"12 di ritardo dall'austriaco. Quarta posizione per il padrone di casa, Mauro Caviezel, apparso in ottime condizioni fisiche. Troppo alto, però, il ritardo accumulato tra i pali stretti nel corso della prima manche (1"63 da Schwarz). Quinta posizione per l'altro austriaco, Romed Baumann, che fa registrare il secondo miglior tempo in discesa, recuperando la bellezza di 9 posizioni.

Per quanto riguarda gli italiani impegnati a Wengen, il migliore è Riccardo Tonetti, che chiude in ottava posizione alle spalle di Kjetil Jansrud, a 1"96 dal primo posto. Solo decimo, invece, Christof Innerhofer, che recupera ben 5 posizioni, ma che taglia il traguardo con 2"39 secondi di ritardo dal leader della gara. 28esimo Mattia Casse, l'unico discesista puro rimasto in gara nella seconda manche dopo la decisione di Emanuele Buzzi di non affrontare la discesa in vista della gara di sabato. Delusione, invece, per Dominik Paris, che nello slalom inforca ed esce di scena dopo una buona partenza.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments