INTER

Inter: Eriksen e Lukaku, due buone notizie per Conte

Il danese protagonista con la sua Nazionale, il belga completamente ristabilito

  • A
  • A
  • A

Maglia della Danimarca addosso ed ecco che Christian Eriksen torna ad essere Eriksen. Una doppietta su rigore a stendere l'Islanda e il sorriso ritrovato dopo i mugugni per il suo scarso utilizzo con la maglia dell'Inter. Fatemi giocare con continuità e vi farò vedere chi sono davvero, il messaggio che il centrocampista ha spedito ad Antonio Conte. L'ennesimo. "Perché non gioco? Chiedete al mister", il ritornello ripetuto spesso nelle ultime settimane. Per scacciare i dubbi, per risolvere il 'mistero' intorno a sè. Quel mistero che lo accompagna ormai a ogni partita, quando va in scena una sorta di "Vorrei ma non posso". Questa volta non attacca a parole ma sul campo, come sa fare meglio. Cinque reti nelle ultime cinque partite con la sua Nazionale non sono un caso. Numeri che niente hanno a che fare con la sua versione in nerazzurro: zero gol in sette partite in questa stagione, quattro gol e tre assist in totale dall'inizio della sua avventura a Milano.

Altri due gol in Nazionale per trovare più spazio nell'Inter. E mercoledì Eriksen si ritroverà di fronte il Belgio del suo compagno in nerazzurro Lukaku in una sfida che vale il primato nel Gruppo Due di Nations League. Interisti contro, con Conte spettatore più che interessato. Da una parte quell'Eriksen utilizzato per come serve alla squadra ("Le scelte che faccio sono per il bene dell'Inter"), che nel frattempo scalpita più che mai. Dall'altra un Lukaku completamente ristabilito dal risentimento muscolare all’adduttore, come dimostra la gara da protagonista nel successo contro l'Inghilterra (in campo per 90') e quattro gol nelle ultime quattro gare del Belgio con tre gol e un assist.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments