HomeHome
Menu

Nations League: Milik risponde ad André Silva, Portogallo-Polonia 1-1

La Svezia batte la Russia e vola in Lega A

Nations League: Milik risponde ad André Silva, Portogallo-Polonia 1-1

Nell’ultima giornata di Nations League, finisce in parità (1-1) l’unica sfida di Lega A, quella del girone dell’Italia tra Portogallo (già qualificato) e Polonia, senza verdetti in palio. A segno Andrè Silva e il napoletano Milik su rigore. In Lega B la Svezia batte la Russia 2-0 e viene promossa in A. Promosse in B Scozia (3-2 a Israele) e Serbia (4-1 alla Lituania), mentre il Kosovo travolge l’Azerbaijan e sale dalla Lega D alla C.

LEGA A - GRUPPO 3

PORTOGALLO-POLONIA 1-1
Tanti “italiani” in campo in Portogallo-Polonia, partita dello stesso girone dell’Italia ma che ormai non ha più verdetti da emettere. Ci sono lo juventino Joao Cancelo nel Portogallo, i napoletani Arkadiusz Milik e Piotr Zielinski, il sampdoriano Bartodz Bereszynski e l’altro juventino Wojciech Szczesny nella Polonia. Dopo un tentativo di Renato Sanches al 9’, parato da Szczesny, il risultato si sblocca al 34’ grazie a un colpo di testa dell’ex milanista Andre Silva in seguito a calcio d’angolo. Poco dopo Kedziora, sempre di testa, sfiora il pareggio ma la traversa gli dice di no. Nella ripresa episodio chiave al 63’, quando il fallo in area di Danilo Pereira gli costa rigore ed espulsione. Dal dischetto il napoletano Milik non sbaglia (66’) per l’1-1. La Polonia, con l’uomo in più, prova a vincerla, ma Beto si oppone a Zielinski (81’) e poco dopo Kadzior conclude di poco fuori. Finisce 1-1.

LEGA B - GRUPPO 2

SVEZIA-RUSSIA 2-0
Quella tra Svezia e Russia è la sfida decisiva per la promozione in serie A: ai russi basterebbe un pareggio, mentre la Svezia deve assolutamente vincere per agganciare i rivali a quota 7 e superarli per gli scontri diretti. In campo, nella Svezia, c’è il portiere della Roma Robin Olsen. Al 23’ la Svezia va in gol con Martin Olsson ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Poco dopo la mezz’ora (34’) è la Russia a sfiorare il vantaggio con Ionov, che arriva tutto solo davanti a Olsen ma si fa respingere il tiro. Il gol lo trova invece la Svezia al 41’ con Lindelof, che sugli sviluppi di un corner infila Lune per l’1-0 con cui si va al riposo. Nella ripresa il raddoppio arriva al 72’, quando Berg di potenza fissa il 2-0.

LEGA C - GRUPPO 1

SCOZIA-ISRAELE 3-2
Nella sfida del gruppo 1 decisiva per la promozione in serie B, a Israele basterebbe anche un pareggio per il salto di categoria. Così, quando al 9’ Biram Kayal trova il gol con un gran tiro dal limite il più sembra fatto. Invece la Scozia reagisce, Forrest si prende sulle spalle i britannici e trova prima il pareggio (34’) con un bel tiro nell’angolino basso; quindi si ripete al 43’ con una conclusione dal limite dell’area. Forrest è in giornata di grazia e al 64’ firma anche il 3-1, ma al 75’ Zahavi trova il gol del 3-2 che riapre il match. Nel finale però il 3-2 regge e la Scozia può esultare per la promozione in B.

LEGA C - GRUPPO 4

MONTENEGRO-ROMANIA 0-1
La Romania deve assolutamente vincere se vuole sperare nel sorpasso in extremis ai danni della Serbia in testa al gruppo 4. Così i rumeni prendono subito in mano la gara di Podgorica contro il Montenegro (che ha in campo anche il laziale Adam Marusic) e, dopo le occasioni in avvio di Tucudean (3’) e Anton (4’), e quella di Chipciu al 20’, trovano il meritato vantaggio al 44’ con un tiro dai 30 metri di Tucudean, che sfrutta anche un erroraccio del portiere Petkovic. Nella ripresa un fallo in area di Sapunaru (71’) costa alla Romania il rigore del possibile 1-1, ma Jankovic si fa parare il tiro da Tatarusanu. La Romania resiste e vince la partita, ma per la promozione non basta.

SERBIA-LITUANIA 4-1
Contro una Lituania ancora a quota zero per la Serbia, che schiera il fiorentino Nikola Milenkovic, sembra poco più che una formalità trovare i tre punti promozione. Invece il primo tempo vede la coriacea resistenza della Lituania, che approda all’intervallo ancora sullo 0-0. Le cose cambiano nella ripresa, quando un autogol di Zulpa (51’) lancia la Serbia, che poco dopo allunga con un bel colpo di testa di Mitrovic (58’) su assist di Zivkovic. La Lituania però non molla e con Petravicius (64’) accorcia le distanze. Non basta, però, perché al 71’ Prijovic fa 3-1 e al 74’ l’ex “italiano” Ljajic allunga ancora sul definitivo 4-1. Lituania promossa in Lega B.

LEGA D - GRUPPO 3

KOSOVO-AZERBAIJAN 4-0
E’ la partita che decide il primato del gruppo 3: al Kosovo, che gioca in casa e schiera tra le sue fila anche il laziale Valon Berisha, basterebbe anche un pareggio, ma la squadra del ct Challandes non si accontenta: Zeneli sblocca subito la gara (2’) e poi raddoppia al 50’; Rrahmini firma il 3-0 al 61’. Al 76’ Zaneli completa la sua giornata di grazia con la tripletta per il 4-0. Kosovo promosso in Lega C.

MALTA-FAROER 1-1
A Malta si decide la lotta per evitare l’ultimo posto nel gruppo 3 di lega D tra Malta e Faroer, con gli ospiti che partono da un iniziale +2 (4 punti contro 2). Le Faroer trovano subito il gol (Jensen al 3’), ma appena un minuto dopo Corbolan pareggia (4’). Il match non riserverà altre emozioni: finisce 1-1, Malta chiude in coda al gruppo 3.

TAGS:
Calcio
Nations league
Portogallo
Svezia
Russia

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X