Italia-Portogallo, Mancini rilancia Immobile a San Siro

Il ct azzurro torna all'antico per la sfida ai campioni d'Europa in carica: Chiesa e Insigne ai lati del centravanti della Lazio

  • A
  • A
  • A

Squadra che vince non si cambia, a meno che l'allenatore non sia costretto. Infatti dopo due giorni di allenamenti a Coverciano la formazione di Roberto Mancini per affrontare sabato sera il Portogallo inizia a delinearsi: dopo "i tre piccoli" contro la Polonia, il ct azzurro è pronto a schierare un vero 9, cioè Ciro Immobile, al centro dell'attacco nel suo 4-3-3. Mancini ha provato in alternativa Domenico Berardi, ma il calabrese non sembra averlo convinto a pieno. Meglio, quindi, affidarsi a chi quel ruolo lo conosce di più, anche se è richiesto uno sforzo in fase difensiva e pressing sui primi portatori di palla, che a San Siro per i lusitani saranno Pepe e Rubén Dias.

Per il resto, confermati gli uomini che hanno vinto a Chorzow, con Biraghi a sinistra e Florenzi a destra nella linea difensiva insieme agli intoccabili Bonucci e Chiellini davanti a Donnarumma. A centrocampo ci sarà ancora il doppio play, con Verratti mezz'ala e Jorginho al centro, mentre Barella agirà sul lato di Florenzi e Chiesa. L'esterno della Fiorentina giocherà nel ruolo occupato nell'ultimo match da Bernardeschi (costretto al forfait) e Insigne tornerà largo a sinistra come nel Napoli di Sarri, pronto a ispirare Immobile.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments