LE PAROLE DEL PODIO

"Stanco ma molto soddisfatto", Quartararo esausto a fine GP. Zarco: "Ci ho provato, è mancata l'occasione"

I piloti del  podio del Sachsenring molto provati al termine di un Gran Premio caldissimo.

di
  • A
  • A
  • A

"Sono stanco e molto felice, gara difficile.  Non sono stato benissimo tutta la settimana, avevo un po' di tosse. Abbiamo rischiato e siamo stati fortunati nella scelta delle gomme medie, in effetti non c’è stato un gran consumo. Sono molto soddisfatto". Queste le prime parole di Fabio Quartararo al termine del GP di Germania, seconda vittoria consecutiva (e la terza della stagione) per il campione in carica, a questo punto più che mai lanciato verso il bis iridato.

© Getty Images

"Ho mantenuto il vantaggio su Zarco nella fase centrale.  Ho visto la caduta di Bagnaia sul maxischermo, tra la curva tre e la curva quattro ma avevo già aperto un piccolo gap su di lui. Stiamo lavorando bene per arrivare al livello dei più grandi di questo sport e penso che siamo sulla strada giusta".

Ad accompagnare sul podio il Diablo ci sono i due ducatisti Zarco e Miller. Il suo connazionale di Pramac in particolare sta attraversando un momento di grande forma e sembra sempre più vicino alla sua prima vittoria nelle premier class.

"Come mi aspettavo è stato difficile, abbiamo fatto un bel passo avanti rispetto a stamattina. Sono stato molto aggressivo all'inizio. Quando Bagnaia è caduto, ho cercato di rimanere vicino a Quartararo, sapevo che aveva la gomma media e speravo di avere un'occasione per superarlo, ma purtroppo non è stato cosi'. Ma adesso sono veramente stanchissimo". 

Miller da parte sua prova a consolare il team Ducati factory dalla delusione per la caduta di Bagnaia ad inizio GP:

"È stato bello, c'era fiducia. L'aderenza all'inizio era bassa, non sono partito bene, poi dopo la caduta di Bagnaia devo dire c’è stata una reazione per cercare di restare in sella e spingere. Mi dispiace per Pecco, non credo abbia sbagliato nulla, ma all'inizio era difficile".  

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti