MotoGP, Vinales in pole a Valencia

In prima fila anche Rins e Dovizioso, quinto Marquez dopo una brutta caduta

di
  • A
  • A
  • A

Maverick Vinales partirà in pole nel GP della Comunità Valenciana, ultima tappa del motomondiale. Lo spagnolo della Yamaha ha girato in 1'31''312 regolando di pochissimo la Suzuki di Rins (+ 0''068) e la Ducati di Dovizioso (+ 0''080), che gli faranno compagnia in prima fila. Quinto tempo per il campione del mondo Marquez, rialzatosi dopo una brutta caduta. Solo 16° un Valentino Rossi in evidente difficoltà, che non ha superato il taglio Q1.

Con il sole che è tornato a fare capolino tra le nuvole non è certo mancato lo spettacolo nell'ultima qualifica del 2018. Vinales l'ha spuntata conquistando in extremis la sua prima pole dell'anno (dopo quella "a tavolino" di Austin), tenendo a bada Alex Rins, prima 1a fila in carriera in MotoGP, e il solito Dovi, decisamente a suo agio tra le curve di Valencia dopo un venerdì non facilissimo.

Alle loro spalle scatterà il futuro compagno del forlivese, Danilo Petrucci (+ 0''102), che aveva anche dovuto fare i conti con una moto incendiata al termine della FP4. Al suo fianco ci sarà Marquez, nonostante un grosso spavento in avvio di sessione: il 93 è finito a terra dopo pochi minuti, è rientrato ai box con una spalla dislocata, se l'è fatta rimettere a posto ed è poi tornato in pista per stampare un 5° crono a soli 130 millesimi di ritardo dalla vetta. Sesto tempo per Pol Espargaro con la KTM, miglior qualifica dell'anno.

In terza fila Iannone, prossimo all'addio alla Suzuki, il suo futuro compagno in Aprilia, Aleix Espargaro e Pedrosa, all'ultima gara da pilota di MotoGP. In quarta Miller, Zarco (caduto dopo aver acceso due caschi rossi) e il test rider Ducati, Michele Pirro.

Qualifica da incubo invece per Valentino Rossi, alle prese con i postumi di una botta alla spalla rimediata in FP3. Il passaggio dal bagnato all'asciutto ha fatto crollare le prestazioni della sua M1 e il Dottore non è riuscito a superare il taglio del Q1, chiudendo addirittura con il 16° tempo finale. Terzo peggior risultato della carriera in qualifica dopo Assen 2006 (quando però corse con un polso rotto) e Aragon, pochi mesi fa. La stagione di Vale, a meno di miracoli, si concluderà senza vittorie, qualcosa che in 23 anni di carriera gli è accaduto solamente due volte, ai tempi del biennio Ducati.

Meglio del pesarese ha fatto Jorge Lorenzo, che nonostante il polso ancora dolorante dopo l'infortunio di Buriram è riuscito a strappare un buon 13° tempo: il maiorchino partirà in quinta fila con Nakagami e Morbidelli in quella che sarà la sua ultima gara da ducatista prima del passaggio in Honda.

Resta una grossa incognita meteo sulla gara: quella di qualifica, infatti, dovrebbe essere stata l'unica sessione asciutta di tutto il weekend e già dalla prima mattinata di domenica la pioggia dovrebbe tornare a cadere sul tracciato. Il GP si preannuncia bagnato.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments