MotoGP, exploit Aprilia: "Eravamo da podio"

Espargarò sesto in Qatar dietro le due Honda

  • A
  • A
  • A

Dopo Ferrari e Ducati, una domenica da ricordare anche per l'Aprilia. Con il sesto posto in Qatar di Aleix Espargarò è arrivato il miglior risultato dal ritorno della casa di Noale in MotoGP. Lo spagnolo ha lottato fino alla fine con la Honda di Pedrosa e ha chiuso non distante da quella di Marquez: "Eravamo da podio se fossimo partiti nel top ten. Questo risultato è un sogno e arriva dopo un grande lavoro in inverno".

L'avventura di Espargarò in Aprilia è iniziata nel migliore dei modi "La mia RS-GP nella seconda metà di gara è stata spettacolare, avevo molta più trazione rispetto agli avversari e riuscivo a sorpassare con facilità. Sapevamo di poter avere un vantaggio in condizioni di scarso grip, la moto tratta bene le gomme e anche se nei primi giri non potevo essere incisivo come gli altri il mio passo complessivamente è stato davvero buono. Peccato per la posizione di partenza, dover recuperare tante posizioni ci ha precluso un risultato ancora più sorprendente ma va bene così, siamo partiti con il piede giusto e ora vogliamo continuare".

Soddisfatto anche il manager di Aprilia Romano Albesiano: "È stata una gara bellissima, siamo felici. Analizzando con calma dobbiamo dire che tutta la prestazione nel weekend è stata ottima. Con la cancellazione delle qualifiche è stato il warm up a dare la misura delle nostre potenzialità. Aleix non è partito benissimo ma è stato straordinario tenendo quel passo in gara. Ovviamente non ci accontentiamo, Aleix ci sta trascinando tutti con grande entusiasmo ed evidentemente la RS-GP funziona bene in tutte le aree confermandosi una moto molto votata alla gara, avendo la capacità di tenere una grande costanza nella prestazione, un gran passo soprattutto nella seconda metà di corsa. Dobbiamo migliorare nel giro secco e qui avevamo cose da provare in Q1 ma l'annullamento della qualifica ci ha penalizzato. Se Aleix fosse partito più avanti poteva davvero fare qualcosa di clamoroso. Ma stasera festeggiamo, questa prestazione ci da entusiasmo e sicurezza per crescere".

Per Gresini, invece, è come una vittoria: "Che entusiasmo. Aprilia ha davvero messo il cuore in questo progetto e oggi Aleix ha fatto vedere quanto può crescere questa moto. Se fosse partito da una posizione più avanzata, largamente alla sua portata e lo abbiamo visto anche nei test qui in Qatar, poteva davvero stare coi primi. Nell'inverno è stato fatto un gran lavoro e oggi l'Aprilia può davvero lottare coi migliori”.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments