TEST MOTOGP

MotoGP, test Qatar: Miller il più veloce nel day-3, Morbidelli e Rossi fuori dalla top 10

Tempo stratosferico per l’australiano della Ducati, che chiude davanti alle Yamaha di Quartararo e Vinales. I due italiani della Petronas non hanno pensato al cronometro

  • A
  • A
  • A

Jack Miller è il più veloce nella terza giornata dei test pre-stagionali della MotoGP sul circuito di Losail, in Qatar. L’australiano della Ducati chiude con il tempo di 1:53.183, sbriciolando il record della pista che apparteneva a Marc Marquez dal 2019. A 80 millesimi c’è Fabio Quartararo; terza l’altra Yamaha di Maverick Vinales. Bene anche la Pramac di Johann Zarco (quarto). Franco Morbidelli e Valentino Rossi (Petronas) fuori dai primi 10.

Getty Images

È tempo di primi bilanci dopo la terza giornata dei test per i piloti della MotoGP in attesa del via ufficiale della nuova stagione. L’inizio della seconda parte delle sessioni a Losail, in Qatar (che andrà a concludersi nella giornata di venerdì), ci fornisce alcune conferme. Ottime risposte ancora in casa Ducati: Jack Miller piazza un tempo stratosferico e si rivela il più veloce della giornata con 1:53.183. Record della pista frantumato (apparteneva alla Pole di Marc Marquez del 2019). Quarto tempo per Johann Zarco (+0.716), in sella alla Ducati del Team Pramac, toccando la velocità record odierna di 352.9 km/h sul dritto; mentre Francesco Bagnaia è nono (+1.053). La Desmosedici GP21, che ha testato una nuova carena con l’obiettivo di migliorare l’efficienza aerodinamica, prosegue quindi con prestazioni eccellenti sul tracciato posizionato nel deserto vicino a Doha, dopo aver ben figurato anche nella prima finestra di test.

Alle spalle di Miller s’inserisce il duo della Yamaha, con Fabio Quartararo e Maverick Vinales rispettivamente in seconda e terza posizione grazie ad una simulazione di qualifica estremamente efficace. Il francese è in grado a sua volta di andare sotto alla Pole Position del 2019 in 1:53.263, a 80 millesimi di ritardo dalla vetta, mentre lo spagnolo (che ha provato novità al telaio con un parafango inedito) stampa un notevole 1:53.510, pagando 327 millesimi dalla migliore prestazione assoluta di giornata.

Pol Espargarò prende sempre più confidenza con la Honda, dimostrandosi già ad un ottimo livello dopo soli tre giorni completi di test ufficiali e chiudendo a parimerito con Zarco. Aprilia meno brillante dello scorso weekend ma comunque stabile nei piani alti della graduatoria, con il sesto posto di un Aleix Espargarò in grande spolvero, che paga 788 millesimi da Miller. Rendimento costante finora in Qatar per la Suzuki, che si conferma nella top 10 provvisoria con entrambi i piloti grazie al settimo tempo del campione del mondo in carica, Joan Mir, e all’ottavo di Alex Rins a meno di 1 secondo dalla vetta. Il quadro dei migliori 10 è completato dal giapponese Takaaki Nakagami con la Honda LCR. Buoni riscontri sul passo ma manca ancora l’exploit sul giro secco per la coppia italiana della Yamaha Petronas: Franco Morbidelli è 11° a +1.184 e Valentino Rossi 13° a +1.435 dopo aver provato anche una nuova carena sulla sua M1 ufficiale.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments