MotoGP, Pramac spegne i rumors Lorenzo-Ducati: "Resta Miller"

Il team manager Paolo Campinoti: "Lusingati dall'interesse di Jorge, ma con Jack siamo ai dettagli"

  • A
  • A
  • A

Sembra essersi spento definitivamente il caso che aveva incendiato il weekend austriaco della MotoGP: Jorge Lorenzo non tornerà in Ducati nel 2020. Il team mangaer della Pramac, Paolo Campinoti, ha confermato ai microfoni di Sky Sport che il rinnovo di Jack Miller è solo questione di dettagli, dicendosi lusingato dall'interesse del maiorchino, ma chiudendo di fatto le porte a un suo possibile ritorno in sella a una Desmosedici.

Prima del GP di Spielberg si era sparsa la voce di alcuni contatti tra Jorge e la Ducati (in particolare con Gigi Dall'Igna) per un addio anticipato alla Honda e un ritorno a Borgo Panigale sull'unica moto libera, cioè quella dell'australiano. Lo stesso Jack aveva ammesso di aver saputo qualcosa nella conferenza stampa del giovedì, dicendosi pronto a guardare altrove (si è parlato di un'offerta della KTM), ma nel giro di un paio di giorni tutte le parti interessate hanno smentito. Prima il team manger Honda, Alberto Puig, ha confermato Lorenzo fino a fine 2020 ("ha un contratto e non c'è motivo di romperlo"), poi quello di Pramac ha dichiarato che l'accordo per il rinnovo di Miller è solo una formalità. Tutto sembra svanire in una suggestione estiva, dunque, in attesa che Lorenzo recuperi dall'infortunio e rientri in pista a Silverstone, dove probabilmente dirà la sua sulla vicenda.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments