L'INFORTUNIO

MotoGP, Honda conferma Bradl: il ritorno di Marquez sarà nel 2021

Il campione del Mondo iridato non correrà il rischio di risalire in sella nel finale di stagione, la Honda ha già avvisato Bradl

  • A
  • A
  • A

La stagione di Marc Marquez in MotoGP termina qui, o per meglio dire si limita all'unico GP corso a Jerez dove l'otto volte campione del Mondo è caduto fratturandosi l'omero del braccio destro. Ad annunciarle il forfait dello spagnolo, che non tornerà in sella alla Honda fino alla prossima stagione, è Stefan Bradl, pilota che lo sta sostituendo: "Finirò la stagione. Me lo hanno detto ieri e non so se posso dirlo ufficialmente. Ma è un dato di fatto".

Intervistato da Servus TV il tedesco, che occupa la ventiduesima posizione in classifica generale, si è lasciato scappare la notizia bomba che tutti aspettavano da settimane: "Marc deve concentrarsi sul fare in modo che sia tutto ok. Non credo che per lui valga la pena di correre il rischio di provarci, deve rimettersi in sesto. Nel frattempo, c'è ancora molto lavoro che mi aspetta. Dopo le due gare di Valencia andrò a Jerez per un test, poi a Portimao per l'ultima gara".

Per Marquez il rientro è rinviato al 2021 e non si esclude una terza operazione. Lo spagnolo infatti, secondo quanto trapela, avvertirebbe ancora dolore e fastidio al braccio destro al quale, inoltre, non avrebbe ancora recuperato la totale sensibilità.

Dunque l'errore commesso a Jerez-2 non sarà replicato. In quella occasione, ad appena pochi giorni dall'operazione per la riduzione della frattura all'omero, l'otto volte campione del Mondo decise di tornare in sella in tempi record e dopo aver provato in FP3 e Q1 diede forfait per la gara. Qualche giorno dopo la Honda diede la notizia di una nuova operazione per il classe '93 al quale il troppo stresso post operatorio causò la rottura della placca che gli era stata inserita per ridurre la frattura.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments