MOTOGP LE MANS

MotoGP, Bagnaia a caccia del bis: “Voglio riprendere la striscia di vittorie del 2021”  

Il ducatista desidererebbe ripetersi dopo il grande trionfo a Jerez. Ma il leader del Mondiale, Quartararo, avvisa: “Le Mans pista molto diversa dal GP di Spagna”

  • A
  • A
  • A

Alla vigilia del weekend del Gran Premio di Francia di MotoGP la Yamaha di Fabio Quartararo vuole tornare a dettare legge: “Rivincita di Jerez? Vedremo…”. Sul circuito di Le Mans, il campione del mondo (nonché padrone di casa) proverà ad aumentare i 7 punti su Aleix Espargaró (Aprilia) in vetta al Mondiale. Per Francesco Bagnaia, reduce dal successo in Spagna sulla sua Ducati, “sarebbe bello riuscire a riprendere la striscia di vittorie del 2021”.

Getty Images

I motori si stanno nuovamente accendendo. I piloti della MotoGP si preparano all’imminente finesettimana a Le Mans, in vista del Gran Premio della Francia. Weekend che si è aperto con la tradizionale conferenza stampa di presentazione.

Fabio Quartararo è in testa al Motomondiale, con 7 punti di vantaggio su Aleix Espargaró, ma vuole tornare a vincere dopo il secondo posto a Yerez. “Il GP di casa ti può dare più pressione e stress, io voglio viverlo in maniera normale, per far godere il weekend ai tifosi. Rivincita su Bagnaia? Difficile dire chi può prevalere, è una pista molto diversa da Jerez. Sarà importante lavorare bene già da venerdì e fare delle buone qualifiche. Inoltre, “non sarebbe un problema se ci fossero soltanto due Yamaha l’anno prossimo, fatico a comparare i dati con loro. Dunque, non sarebbe un problema per me”. Poi, sulla gara: “Preferirei una gara asciutta, ma abbiamo fatto grandi progressi sul bagnato, non sarebbe un problema in caso di pioggia.

Tema delle previsioni del tempo che viene affrontato anche da Francesco Bagnaia “Sembra che il weekend debba essere asciutto; non sono stato competitivo l’anno scorso sul bagnato. Adoro questo circuito: Yamaha, Mir e Miller possono essere competitivi qui. Normalmente sul bagnato siamo forti, ma in Indonesia non sono andato veloce”. In ogni caso, “sarebbe bello riuscire a riprendere la striscia di vittorie del 2021. Ogni anno è diverso, difficile fare previsioni adesso. Meglio avanzare ipotesi dopo le prime sessioni di prove”. Inevitabile tornare sulla bella vittoria di 11 giorni fa in Spagna: “Non abbiamo mai smesso di lavorare. In Argentina abbiamo finalmente compiuto il primo passo. In gara non ero competitivo, era una situazione difficile, ma a Jerez ho ritrovato il giusto feeling e abbiamo compiuto l’ultimo passo”.

Aleix Espargaró è, per l’appunto, secondo nel Mondiale con la sua Aprilia e traccia un primo bilancio. “La prima parte della stagione è stata grandiosa, il potenziale della moto è aumentato rispetto al passato. Difficile dire se l’Aprilia potrà funzionare a Le Mans, io lavorerò sodo fin dall’inizio per ottenere il massimo. Nelle ultime due gare Savadori ha provato diverse cose nuove sulla sua moto, alcune di queste le abbiamo provate anche noi nei test di Jerez. Proverò anche io la frizione in carbonio qui a Le Mans”. Sulle voci sul team satellite Aprilia: “Le ho sentite, sarebbe grandioso, ma per adesso sono soltanto chiacchiere. Quindi, per me, l’importante adesso è cercare di recuperare punti su Quartararo in testa”.

Marc Marquez (Honda) analizza quello che è capitato a Jerez. “Abbiamo fatto un piccolo progresso in termini di prestazioni, ci siamo avvicinati ai piloti di testa. Abbiamo trovato varie cose che non funzionavano, ci aspettavamo qualcosa in più. Vedremo se le cose nuove introdotte ci aiuteranno ad essere più vicini ai piloti di testa. Impossibile prevedere cosa potrò raggiungere domenica, non abbiamo un obiettivo chiaro, venerdì cercherò di capire come siamo messi. Adesso soffro meno nel weekend di gara, ma a volte soffro ancora con il braccio e la spalla. Tutti vedono che non sto guidando come in passato, sto guidando con uno stile diverso”.

Infine, Johann Zarco (Ducati). “Spero di poter sfruttare al meglio la moto, dovremo fare delle sessioni sull’asciutto e questo è buono per trovare il giusto feeling. Mi auguro di poter continuare sulla strada di Jerez. Qui ci sarà anche l’energia dei fan francesi, venuti qui per urlare il mio nome. Tutti sono pronti per lottare, anche Miller apprezza questa pista e sarà competitivo. Il mio obiettivo è essere più costante. Ci sono tanti piloti sul podio, essere riuscito a ripetermi con due podi è un risultato positivo, ma devo trovare più costanza. Adesso però voglio la prima vittoria nel 2022”.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti