MOTOGP ARAGON

MotoGP Aragon, Vinales: "Giornata positiva". Morbidelli: "Siamo partiti forte"

Le Yamaha, tra la Factory e quella del team Petronas, conquistano i tempi più veloci nella prima giornata di sessioni libere

  • A
  • A
  • A

Il freddo ed il vento hanno reso più complicata la prima giornata di libere del GP di Aragon, ma nonostante le condizioni poco favorevoli è la Yamaha ad uscire sorridente. Le M1, tra l'unica Factory e le due Petronas, conquistano le curve del Motorland a suon di velocità che ancora una volta lascia soddisfatto Maverick Vinales: "La giornata è stata abbastanza positiva, stamattina c'era tanto freddo e vento ed è stata molto complicata".

Nonostante il miglior tempo ottenuto in giornata lo spagnolo non si sente ancora totalmente appagato: "Mi trovo bene in questa pista, ho lavorato sulla moto per trovare un modo migliore per curvare. Dobbiamo ancora migliorare, domani vedremo. E' soltanto venerdì, la Ducati soffre di più in queste situazioni meteorologiche e domani vedremo effettivamente dove saremo tutti quanti".

Giornata positiva anche per Franco Morbidelli, terzo crono alle spalle di Vinales e il compagno di box Quartararo: "E' stato un venerdì positivo, siamo partiti forte ed è importante. Fa molto freddo, bisogna aspettare che le gomme vanno in temperatura perché se no è molto pericoloso. Dobbiamo vedere come si evolve il tempo, al momento siamo forzati a mettere la soft davanti e nel posteriore c'è una lotta tra media e soft. Se le temperature dovessero salire cambierebbero i setting".

"Non mi manca tanto per conquistare una M1 come quella Factory, ci sono tante dinamiche in ballo e dovrò pedalare con quello che ho. Cercherò di dimostrare a chi di dovere il mio valore" ha aggiunto Morbido. Poi gli auguri a Valentino Rossi, assente ad Aragon dopo essere risultato positivo al coronavirus: "Gli faccio i miei auguri di pronta guarigione, speriamo possa tornare presto".

Vedi anche MotoGP, Rossi e il coronavirus: "Dolore a schiena e ossa, ecco come ho capito di averlo" Motogp MotoGP, Rossi e il coronavirus: "Dolore a schiena e ossa, ecco come ho capito di averlo" QUARTARARO: "WEEKEND IMPORTANTE PER IL MONDIALE"

"Nelle FP1 ho fatto un buon lavoro nonostante la caduta, in FP2 è andata bene e il passo non è male. So che ci sono delle cose da migliorare sulla moto e nel mio stile di guida, ma questo weekend sarà importante per il campionato". Queste le parole di Fabio Quartararo che, nonostante il secondo tempo di giornata, vuole spingersi al limite per migliorarsi sempre più per conquistare il primo titolo Mondiale in top class.

Per El Diablo, primo in generale, poca fiducia nel passo "lento" degli inseguitori: "Mir? Sarebbe meglio che domenica partisse dietro di me, le Ducati invece arriveranno e sappiamo qual è il loro potenziale qui". 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments