MOTO3

Moto3 Qatar: vince Arenas, beffa per Arbolino

Il pilota spagnolo guadagna il primo successo stagionale, Binder scivola all'ultimo giro e penalizza Arbolino

di
  • A
  • A
  • A

Va ad Albert Arenas il primo podio della stagione di Moto3. In Qatar il pilota spagnolo chiude davanti a John McPhee e Ogura. Miglior tempo italiano per il nono Dennis Foggia, beffa invece per Tony Arbolino che era riuscito a rimontare dalla decima posizione portandosi più volte in testa nel corso della gara di Losail, ma all'ultimo giro un contatto con Darryn Binder lo ha relegato alla quindicesima posizione finale.

Il primo squillo della stagione 2020 di Moto3 è di Albert Arenas. Il pilota spagnolo, in sella alla KTM della scuderia Aspar, riesce ad approfittare delle sbavature degli avversari conquistando il successo nel GP di Losail. All'ultimo giro è volata con il britannico John McPhee che si piazza al secondo posto davanti a Jaume Masia. Il pilota spagnolo successivamente è stato penalizzato scivolando al quarto posto, mentre al terzo è salito Ai Ogura.

In lotta per il podio, fino all'ultimo, anche l'italiano Tony Arbolino che però, poco dopo aver tagliato il traguardo per l'ultimo giro, è entrato in contatto con Darryn Binder perdendo il gruppo in testa. Ad avere la peggio, nel contatto, è stato il pilota sudafricano che è scivolato, ma la beffa più grande è arrivata per Arbolino col 15° posto al termine di una rimonta super dalla decima posizione in griglia che lo aveva portato più volte in prima posizione durante il corso della gara.

Primo miglior tempo italiano per Dennis Foggia, piazzatosi nono alle spalle di Salac. Non riescono ad andare oltre il 16° e 17° posto Andrea Migno e Romano Fenati, chiudono tra la ventiduesima e la ventiquattresima posizione Stefano Nepa, il rookie Davide Pizzoli e Riccardo Rossi. A chiudere la classifica degli italiani è il 28° posto di Celestino Vietti, scivolato al settimo giro in curva 10 e costretto così a tentare la rimonta già dall'inizio.

CALENDARIO E CLASSIFICHE

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments