MOTOGP

Aprilia e Ducati alla battaglia d'Inghilterra: Quartararo tenta la fuga per il bis iridato

Riparte dallo storico tracciato inglese la caccia al leader della classifica generale

di
  • A
  • A
  • A
© Getty Images

A poco più di un mese di distanza dal GP d'Inghilterra di Formula Uno, Silverstone torna ad ospitare il Motorsport con la M maiuscola: si dimezzano le ruote, devono necessariamente raddoppiare (di più: moltiplicarsi) gli sforzi di Aprilia e Ducati per mettere il sale sulla coda... della "mostruosa" M1 di Fabio Quartararo che se ne era andato in vacanza dopo il GP d'Olanda di fine giugno ad con un margine di 21 punti su Aleix Espargarò, 58 su Johann Zarco e addirittura 66 su Francesco Bagnaia, quest'ultimo un solo punto davanti ad Enea Bastianini, nonché vincitore proprio ad Assen.

Pecco insomma è chiamato a ripartire da dove si era fermato prima della pausa estiva: la sua rincorsa al "Diablo" ricomincia da un distacco in classifica dai contorni... mefistofelici: sessantasei punti! Tocca dare subito un segnale forte, sulla pista che ai primi di luglio ha visto la vittoria di un'altra Rossa: la Ferrari di Carlos Sainz. Tanto per insistere sul parallelismo, la missione che tocca a Bagnaia è ugualmente complicata, anche perché è stato proprio sullo storico tracciato inglese che - dodici mesi fa - Quartararo ha centrato il suo quinto (ed ultimo) successo stagionale, riuscendo da lì in avanti a rintuzzare gli attacchi dello stesso Bagnaia, vincitore di quattro delle sei ultime tappe!

© Getty Images

Complicatissima per il pilota torinese, per il ducatista di Gresini Enea Bastianini e per quello "targato" Pramac Johann Zarco, l'impresa ha contorni più definiti per Aleix Espargarò e per Aprilia. Sempre al traguardo e sempre a punti nei primi undici GP del Mondiale, il catalano "vede" il Diablo a soli ventuno punti (172 a 151). Una sola vittoria nel suo core stagionale (contro le tre del leader, di Bagnaia e di Bastianini), Aleix ha fin qui puntato tutto sulla regolarità e sulla costanza di rendimento. Gli serve qualche acuto in più, gli serve anche un aiuto dal compagno di squadra Maverick Vinales che - nelle ultime uscite prima della sosta durata l'intero mese di luglio - ha dimostrato di avere notevolmente migliorato la propria intesa con la RS-GP veneta. Si tratta ora di... coordinare gli sforzi per portare una sfida diretta e senza distrazioni a Quartararo!

© Getty Images

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti