Psg da Gigi a Gigio: assalto al Milan per Donnarumma

I rossoneri potrebbero lasciar partire il portierino per una cifra attorno ai 55-60 milioni. Mettendo in gran parte a posto il bilancio...

di
  • A
  • A
  • A

Italians do it better. Lo slogan che Madonna sbandierò al mondo negli anni 80 sembra risuonare perennemente in queste ore nella mente di Nasser Al-Khelaïfi che per sostituire Gigi Buffon e sistemare la porta del Psg sta pensando seriamente di piazzare l'affondo decisivo per Donnarumma. Da Gigi a Gigio insomma, col benestare del Milan che con una plusvalenza da record risolverebbe in un colpo solo, e senza sacrificare un giocatore di movimento, gli annosi problemi di bilancio, avendo persino le spalle coperte in un ruolo dove regna l'abbondanza con la sicurezza Pepe Reina e il giovanissimo gioiellino della nazionale Under 20 Plizzari pronti a gestire gli impegni della prossima stagione alternandosi nelle varie competizioni.

Mino Raiola ha già fiutato l'affare. Il Milan per una cifra tra i 55 e i 60 milioni di euro non opporrebbe resistenza alla partenza di Donnarumma che, da parte sua, non potrebbe che accogliere bene il passaggio in un club con ambizioni massime in Champions League e con la certezza di vincere qualcosa, se non tutto, a livello nazionale.

Successi che andrebbero a rimpinguare attraverso i premi uno stipendio molto ingombrante per le casse rossonere, ingaggio che potrebbe addirittura essere limato verso l'alto rispetto ai sei milioni a stagione garantiti oggi al giocatore dal Milan. Il Psg dovrebbe stabilire nel contempo le nuove gerarchie ma Areola è un altro assistito di Mino Raiola e problemi quindi non dovrebbero essercene mentre Trapp resterebbe volentieri all'Eintracht di Francoforte dove si è espresso ad ottimi livelli.

Insomma il posto per Donnarumma non manca, un posto scaldato nel migliore dei modi da Buffon al suo erede designato, come in Nazionale ora anche sotto la Torre Eiffel.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments