MANOVRE ROSSONERE

Milan, l'agente di Kessie: "Serve un contratto all'altezza"

L'ivoriano alza il tiro e chiede ai rossoneri 8 milioni per restare: Maldini e Massara non andranno oltre i 6 già offerti

  • A
  • A
  • A

Frank Kessie come Donnarumma e Calhanoglu. Il centrocampista ivoriano, in scadenza nel prossimo giugno, continua a non trovare l'accordo per il rinnovo con il Milan che, dopo un primo, motivato, ottimismo - la scorsa estate l'agente del giocatore aveva fatto sapere di essere pronto a chiudere a quota sei milioni, ndr - è ora consapevole di poter perdere un altro elemento importante della propria rosa a parametro zero. Il punto è semplicissimo: su Kessie si stanno muovendo i maggiori club europei, con la stampa spagnola che parla apertamente di forte interessamento del Barcellona con annessa offerta di 16 milioni, e Psg e Liverpool pronti all'assalto. Nel frattempo è intervenuto anche il suo agente, George Atangana: "Per un calciatore importante serve sempre un contratto all’altezza - ha detto a Calciomercato.com -. troppa confusione mediatica attorno a lui".

L'ultima offerta di Maldini e Massara, 6 milioni a stagione, è stata rispedita al mittente, anche se il procuratore dell'ivoriano smentisce l'entità della proposta: "C’è stata un’offerta ufficiale da parte del club e una richiesta da parte dell’agente, ma parliamo di cifre molto lontane rispetto a queste. Da troppo tempo si raccontano le stesse cose in modo errato. Provo dispiacere per quelli che le leggono, credendole vere".

Atangana ha anche negato di aver parlato con l'Inter, dicendosi infastidito dal clamore degli ultimi tempi: "Un calciatore del calibro di Franck non ha bisogno di essere proposto a nessuno e comunque non ho mai parlato con l’Inter. Non mi sembra di vedere lo stesso approccio verso trattative simili a questa: ci sono calciatori in scadenza all’Inter, al Marsiglia, al Napoli, al Moenchengladbach, al Torino e in altri club, ma non se ne sta parlando con la stessa energia. Qualche giocatore in scadenza, mi è parso di leggere, lo sta trattando a sua volta anche il Milan…".

La situazione resta dunque appesa a un filo e se c'è una possibilità di non rimanere anche questa volta a bocca asciutta, è che le pretendenti a Kessie si facciano avanti a gennaio per provare ad anticipare la concorrenza mettendo qualcosa sul piatto. Il che, manco a dirlo, lascerebbe Pioli senza un giocatore importante, ma permetterebbe se non altro al club di via Aldo Rossi di incassare qualcosa.

E questo, se la trattativa come sembra non dovesse sbloccarsi entro dicembre, sembra l'unico modo per non uscirne di nuovo con le ossa rotte. C'è da dire che la crescita esponenziale di Sandro Tonali renderebbe meno drammatico l'addio di Kessie, ma all'azzurrino, Bennacer, Bakayoko e Krunic, andrebbe aggiunto almeno un altro elemento, con l'arrivo di Adli che a quel punto potrebbe essere anticipato a gennaio.

 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments