MAL DI PUNTA

Il Milan pensa a Ibra e Mandzukic, Piatek può partire a gennaio

Il club rossonero riflette e potrebbe cedere il polacco in prestito, si parla di un ritorno a Genova

  • A
  • A
  • A

Un mese per tornare a essere 'il Pistolero', altrimenti il futuro Krzysztof Piatek potrebbe essere lontano dal Milan. Il segnale più evidente delle grandi difficoltà incontrate dai rossoneri nella prima parte della stagione è la grandissima difficoltà a fare gol e sul banco degli imputati, più che il giovane Rafael Leao, è finito l'attaccante polacco, grande rivelazione della scorsa stagione ma ora lontano parente del giocatore ammirato fino a pochi mesi fa (solo tre gol in campionato, due dei quali su rigore). Ecco perché il Milan per il mercato di gennaio pensa di rinforzare il reparto offensivo e, se non dovesse sbloccarsi, a fare spazio al nuovo centravanti potrebbe essere proprio Piatek.

Secondo il Corriere della Sera, tra gli obiettivi dei rossoneri per gennaio c’è Zlatan Ibrahimovic, che ha già annunciato il suo addio ai Los Angeles Galaxy e sarà quindi tesserabile a parametro zero. Superate le iniziali perplessità di Gadzidis - si legge - Maldini e Boban si stanno convincendo che il ritorno di Ibra possa essere la scelta giusta. Ad attendere Ibrahimovic, che piace anche al Bologna e soprattutto al Napoli (che sembra in vantaggio) ci sarebbe un contratto di 18 mesi. 

Quello del centravanti svedese non è però l’unico profilo nel mirino dei rossoneri: Mino Raiola avrebbe proposto Kean, che all’Everton fatica, ma sembra più concreta la pista che porta a Mario Mandzukic. L’attaccante croato, che lascerà la Juve, è molto stimato a Milanello, ma percepisce uno stipendio molto elevato per i parametri dei rossoneri. Inoltre dopo aver rifiutato i trasferimenti in Qatar e Cina, Mandzukic vorrebbe sbarcare in Premier League (sponda Manchester United).

Del momento difficile di Piatek scrive anche La Gazzetta dello Sport, che sostiene che qualora nelle prossime cinque partite il polacco non dovesse dare segnali di ripresa, per lui si potrebbero spalancare le porte della cessione in prestito. Il Milan vorrebbe evitare minusvalenze e manderebbe il suo attaccante altrove per rigenerarsi e non essere svalutato (i rossoneri lo pagarono 35 milioni meno di un anno fa). Fra le ipotesi, si legge, c'è anche quella di un ritorno al Genoa, che ha bisogno di rinforzi in attacco. 

Vedi anche Milan, Caldara è pronto: possibile debutto dal 1' contro il Parma Milan Milan, Caldara è pronto: possibile debutto dal 1' contro il Parma

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments