Milan, occhi su Milik e Musso se "escono" Ibrahimovic e Donnarumma

Per il portiere dell'Udinese potrebbe profilarsi un derby con l'Inter

  • A
  • A
  • A

Il futuro attaccante del Milan potrebbe essere nuovamente un polacco: se è toccato a Ibrahimovic prendere il posto del deludente Piatek potrebbe infatti essere Milik il sostituto dello svedese qualora Zlatan decidesse a fine stagione di non proseguire la sua seconda esperienza in rossonero. Complici l'emergenza coronavirus e, non ultimo, l'incertezza sulla guida tecnica della squadra, anche al Milan si vive una sostanziale fase di stallo. Ciò però non significa però che le linee guida del prossimo futuro vengano lasciate al caso: ecco perché sull'agenda dell'ad Gazidis il nome di Arkadiuzs Milik, centravanti del Napoli in scadenza di contratto nel 2021, è cerchiato in rosso:  il club azzurro per la prossima stagione ha già messo sotto contratto Petagna, ha già dunque in casa il sostituto naturale del polacco e, contropartite o meno (piace Calhanoglu), si è detto pronto a discutere l'affare.

Se per quanto concerne Ibra occorre aspettare una decisione del giocatore stesso, il discorso Donnarumma è legato invece a un rinnovo contrattuale non semplice e soprattutto molto oneroso. Sul portiere della nazionale ci sono la Juve in primis e secondariamente diversi altri club europei, non ultimo il Real Madrid cui non più tardi di ieri Mino Raiola, agente di Gigio, ha promesso di portare in estate uno dei big della sua scuderia. La consapevolezza di una trattativa complicata (e della necessità oltretutto di fare cassa) rende dunque quanto mai plausibile l'ipotesi di una prossima separazione. Ma con chi sostituire Donnarumma? L'ultima ipotesi è quella di Juan Musso, portiere argentino dell'Udinese valutato circa 30 milioni. In questo caso, tuttavia, potrebbe profilarsi un derby con l'Inter che proprio sul portiere dei friulani avrebbe deciso di fondare il post-Handanovic.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments