PREMIO GIANNI BRERA

Inter, Marotta: "Scudetto? Non siamo comparse. Coglieremo le opportunità di mercato"

Così l'ad nerazzurro a margine del Premio Gianni Brera

  • A
  • A
  • A

"Vincere il campionato? Bisogna assolutamente credere in questa realtà, non siamo qua per fare delle comparse. Certo ci sono avversari agguerriti, però ci sono ancora 18 partite e tantissimi punti a disposizione, cercheremo di farne il più possibile". Parole chiare quelle pronunciate dall'ad dell'Inter, Beppe Marotta, amargine del "Premio Brera" dove i nerazzurri sono stati premiati - assieme a Real Madrid, Barcellona e Athletic Club - per non essere mai retrocessi. Sul mercato Marotta ha poi aggiunto: "Le opportunità ci sono e le coglieremo". Dopo aver già acquistato Ashley Young e chiuso per Moses, il pensiero va così a Eriksen e Giroud.

ALL'INTER IL PREMIO GIANNI BRERA

Il prestigioso 'Premio Gianni Brera', nato nel 2001 con l'intento di promuovere nel tempo gli insegnamenti e la memoria del mitico giornalista milanese, attribuisce da 19 anni trofei e riconoscimenti speciali ad atleti e sportivi che si sono distinti sia per i risultati ottenuti sul campo, con particolare attenzione al modo con cui hanno affrontato le loro sfide, sia per il loro contributo alla promozione di una immagine dello Sport che sarebbe piaciuta a Gianni Brera stesso. Tra i Club invitati allo storico Teatro Dal Verme di Milano per la 19/a edizione anche FC Internazionale Milano, rappresentata dal CEO Sport nerazzurro Giuseppe Marotta e premiata insieme a Real Madrid, Athletic Bilbao e Barcellona per "aver scritto la leggenda del calcio militando da oltre un secolo nei campionato di prima serie (Top Five Leagues) senza aver mai giocato in campionati di divisioni inferiori. Un record - si legge nella motivazione - che si aggiunge a titoli nazionali, Coppe dei Campioni, Intercontinentali, Triplete e trofei che mettono i club FC Internazionale Milano, Real Madrid, Athletic Bilbao e Barcellona sulla cima più alta del gotha calcistico europeo e mondiale".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments