LA STRATEGIA

Inter-Dzeko, dai baby i 20 milioni per la Roma

Vergani in giallorosso, Puscas e Colidio in Inghilterra: così i nerazzurri sperano di arrivare al bosniaco. Zapata prima alternativa

di
  • A
  • A
  • A

"Almeno Dzeko subito" è il regalo di compleanno in ritardo che vorrebbe Antonio Conte per cominciare finalmente a impostare la squadra che aveva e ha in testa. Dopo il rifiuto dell'ultima offerta da 15 milioni, con la Roma che vorrebbe inserire anche il giovane attaccante Vergani nella trattativa, l’Inter intanto sta portando avanti le cessioni dei giovani Colidio e Puscas in Inghilterra, a Leeds e Birmingham, per crearsi proprio quei 20 milioni da reindirizzare verso la capitale, dove Dzeko, rifiutando la proposta di rinnovo giallorossa, ha fatto capire in tutti i modi di voler andare all’Inter, con cui è già d’accordo per un triennale da 4 milioni.

Dopo la richiesta di tempo di Cavani continuano comunque i piani B e aspettando di capire il futuro di Lukaku, sono ripresi i contatti con l’Atalanta per Zapata, riaccendendo la mezza promessa di gennaio di cui avevamo parlato, dopo aver scoperto l’incontro segreto tra Ausilio e l’agente del colombiano Villareal. Defilata ma comunque da non sottovalutare rimane anche la candidatura di Rebic, più seconda punta però, un ruolo per cui Marotta spera sempre di riuscire nel miracolo Dybala.

Intanto il Comandante Conte, con gli arrivi di Asamoah e soprattutto Lautaro Martinez, sta comunque alzando l’asticella della sua preparazione, in attesa del duro test di domenica a Londra con il Tottenham, dove si dovrà comunque accontentare di Perisic ed Esposito in attacco, con il Toro che giocherà al massimo uno spezzone nel finale avendo appena cominciato il suo lavoro.

In attesa del rientro di Lazaro, dopo lo stop muscolare in Asia, e dopo la bocciatura di Perisic a tutta fascia l’Inter cerca comunque un esterno sinistro, per cui salgono le quotazioni di Biraghi, cresciuto nel settore giovanile interista: dopo che è saltato l’affare Nainggolan con la Fiorentina si sta provando a impostare uno scambio con Borja Valero. Cedendo il 34enne spagnolo, dopo il prestito al Cagliari di Nainggolan, Marotta e Ausilio, se riuscissero finalmente a piazzare anche Joao Mario al Monaco, potrebbero dare a Conte un centrocampista di grande spessore targato Barcellona: il suo Vidal o Rakitic, sarebbero forse il regalo di compleanno migliore, insieme a Dzeko, anche se molto in ritardo.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments