INTER

Inter, Marotta rassicura Inzaghi che intanto "incassa" Bellanova e Asllani

Vertice in sede per fare il punto su tutte le ipotesi di mercato per rinforzare la squadra

  • A
  • A
  • A

La firma sul rinnovo una formalità, l'annuncio arriverà a breve. La presenza in sede di Simone Inzaghi ieri è servita più che altro per fare un nuovo punto sul mercato insieme all'amministratore delegato Beppe Marotta (oltre che per complimentarsi con Chivu e i ragazzi della Primavera arrivati in Viale della Liberazione con la coppa dello scudetto). Il tecnico dell'Inter ha dato l'ok convinto alle accelerazioni per Bellanova e Asllani, rispettivamente esterno destro e vice-Brozovic, giovani di prospettiva dal costo contenuto e con ingaggi che permettono di rispettare le indicazioni della proprietà. Con Cagliari ed Empoli le trattative proseguono positivamente, possibile la chiusura in tempi brevi. 

© afp

Detto che per Mkhitaryan è tutto fatto - lo stesso Inzaghi ha già avuto modo di parlare con l'armeno spiegandogli quali idee abbia per il suo impiego - si è poi fatto il punto per Dybala e per le uscite. Per quanto riguarda l'argentino la situazione è sempre la stessa: Marotta ha il sì del giocatore, le uscite di Vidal e Sanchez porteranno alla definizione dell'affare: in settimana l'ad nerazzurro avrà modo di risentire il procuratore dell'ex juventino per definire l'agenda dell'operazione. Per fare "cassa" invece i nomi sono soprattutto quelli di Pinamonti e Sensi - per entrambi c'è l'interesse del Monza - così come gli ammiccamenti per Gagliardini - c'è anche la Fiorentina - potrebbero aprire le porte a uno tra Ederson - la Salernitana "spara" tuttavia alto, ben sopra i 20 milioni - o addirittura Loftus-Cheek in uscita dal Chelsea. Qui, come per Bremer, si gioca tuttavia una partita complicata: l'autofinanziamento imposto da Suning frena inevitabilmente le aspettative. In ogni caso Inzaghi ha avuto la conferma che lo "zoccolo duro" della squadra (come ha detto Marotta stesso) non verrà toccato: all'Inter, in questo momento - non c'è la minima intenzione di privarsi di capisaldi come Bastoni o Lautaro, per intenderci. Piuttosto, sempre che arrivino offerte importanti (per ora nulla di ufficiale, solo interessamenti ufficiosi), verranno fatte valutazioni per De Vrij (in scadenza tra un anno) ed eventualmente per Dumfries che assicurerebbe una sicura e importante plusvalenza. Infine capitolo Lukaku: la situazione non cambia, il belga vuole lasciare il Chelsea e vuole soprattutto l'Inter. Tocca a lui liberarsi e proverà a farlo - o a capire veramente se ci siano possibilità per farlo - in questi giorni, trattando direttamente con il club e con il poco amato Tuchel.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti