MERCATO

"Benvenuto Claudio": Ranieri torna in Premier League, biennale con il Watford

Dopo Chelsea, Leicester e Fulham quarta panchina inglese per l'allenatore romano

  • A
  • A
  • A

Claudio Ranieri è pronto a una nuova sfida. Il tecnico romano riparte dal Watford, club di proprietà della famiglia Pozzo, che lo ha scelto come sostituto di Xisco Munoz, esonerato domenica. Ranieri ha firmato un contratto biennale e si siederà sulla quarta panchina inglese della sua carriera, dopo Chelsea, Leicester (con cui aveva raggiunto uno storico scudetto) e Fulham.

Getty Images

Con lo spagnolo Xisco in panchina, il Watford ha raccolto sette punti nelle prime sette giornate di Premier League e occupa il quattordicesimo posto in classifica. Ranieri, che nel suo staff avrà il secondo Paolo Benetti, Filippo Cornacchia e il preparatore atletico Carlo Spignoli, è atteso subito da un big match: il 16 ottobre in casa affronterà il Liverpool.

Ranieri "arriva a Vicarage Road vantando una vasta esperienza alla guida di alcuni dei più grandi club europei, con titoli vinti in Premier League, Coppa Italia e Coppa del Re" ricorda il club inglese nel dare l'annuncio del suo ingaggio. Conosce molto bene la Premier League  "oltre che per la sua permanenza di quattro anni al Stamford Bridge - che ha visto i Blues migliorare la loro classifica di stagione in stagione - e per un periodo alla guida del Fulham tra il 2018 e il 2019", soprattutto per l'impresa compiuta con il Leicester City. "I Foxes avevano lottato per non retrocedere la stagione prima dell'arrivo di Ranieri al King Power Stadium".


Il 69enne aveva lasciato la Sampdoria la scorsa estate e porta esperienza al Watford, che diventerà il 21esimo club nella sua carriera: ha vinto otto trofei, tra cui la Coppa Italia 1995-96 con la Fiorentina, la Coppa del Re nel 1998-99 e la Supercoppa europea 2004-05 con il Valencia e la Premier League con il Leicester. In Italia è stato sulla panchina di Cagliari, Napoli, Fiorentina, Juventus, Inter, Roma, Parma, Sampdoria. 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments