AI FERRI CORTI

Real, Ancelotti dà il benservito ad Hazard: "Se vuole andarsene deve farlo"

Il tecnico emiliano: "Nella mia carriera non ho mai costretto nessuno a restare"

  • A
  • A
  • A

Alla vigilia della sfida contro l'Elche, Carlo Ancelotti manda un chiaro messaggio a Eden Hazard, insoddisfatto del minutaggio sin qui riservatogli dall'allenatore italiano. "E' chiaro che dobbiamo tenere in considerazione il pensiero di ogni giocatore - ha spiegato -. Mai nella mia carriera di allenatore ho costretto un giocatore che vuole partire a restare. Se un giocatore vuole andarsene, deve andarsene. Secondo me non ci sono dubbi su questo".

Getty Images

Otto partite e un assist in Liga, una sola presenza in Champions League per un totale di 403 minuti in stagione. Sono numeri deficitari quelli di Hazard, che ormai nel Real Madrid ricopre un ruolo da comprimario oscurato dai vari Vinicius Jr, Rodrygo e Asensio. Una parabola sempre più discendente quella del fuoriclasse belga, che da quando è sbarcato a Madrid è stato attanagliato dagli infortuni. Le parole odierne di Ancelotti pesano come macigni e a gennaio non è escluso un clamoroso divorzio, anche se non è facile piazzare un calciatore pagato nell'estate del 2019 la bellezza di 160 milioni di euro.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments