Nba, playoff: Toronto travolge Milwaukee e pareggia i conti nella serie

Grazie a un'ottima prova corale, i Raptors si impongono 120-102 e conquistano il punto del 2-2

Nba, playoff: Toronto travolge Milwaukee e pareggia i conti nella serie

Tutto di nuovo in equilibrio. I Toronto Raptors pareggiano i conti nella serie di finale di Conference a Est grazie alla netta vittoria in gara-4 contro Milwaukee. All'Air Canada Centre finisce 120-102 per la squadra di coach Nick Nurse, che si impone grazie a una strepitosa prova corale e al contributo della panchina. Per i Bucks, alla seconda sconfitta esterna in questi playoff, non bastano i 30 di Khris Middleton e i 25 di Giannis Antetokounmpo.

TORONTO RAPTORS-MILWAUKEE BUCKS 120-102 (serie 2-2)
Se a Ovest i Golden State Warriors hanno impiegato solo quattro partite per staccare il pass per le Finals Nba, a Est la questione potrebbe andare per le lunghe. Dopo gara-4, infatti, regna l'equilibrio più totale tra Milwaukee Bucks e Toronto Raptors: una partita tirata e una dominata per parte. La vittoria per 120-102 della squadra di Nick Nurse all'Air Canada Centre vale il punto del 2-2 nella serie, con le due squadre che tornano in Wisconsin in una situazione di perfetta parità. Un successo mai in discussione per i canadesi, che prendono il comando delle operazioni già a partire dal secondo quarto, senza più voltarsi indietro. I Raptors dominano in lungo e in largo, arrivando anche a toccare il +20 all'inizio del quarto periodo grazie a una strepitosa prova corale, all'energia della panchina e all'ottimo lavoro svolto nella metà campo difensiva, in cui riescono a tenere a bada le scorribande offensive dei Bucks. Sono sei i giocatori di Toronto in doppia cifra, guidati dai 25 di Kyle Lowry, che raccoglie anche 5 rimbalzi e 6 assist. A questi, si aggiungono i 19 di Kawhi Leonard (non in perfette condizioni fisiche per un problema alla gamba), i 17 (con 7 assist e 3 triple) di Marc Gasol, la doppia doppia da 17 punti e 13 rimbalzi di Serge Ibaka e i 13 punti (con 5/6 dal campo) di Fred VanVleet. Senza dimenticare i 18 punti di Norman Powell che, dopo essere stato un fattore determinante in gara-3, si ripete anche nel quarto episodio della serie, portando energia, punti e tanta sostanza dalla panchina. Una scelta che, fino a questo momento, sta dando ragione a coach Nurse, bravo a non stravolgere le proprie rotazioni dopo il duro colpo del 2-0.

Per i Bucks, invece, una gara-4 da dimenticare alla svelta, soprattutto per quanto riguarda il lavoro svolto nella metà campo offensiva. Ancora una volta, infatti, l’ottima difesa dei Raptors fa emergere tutte le difficoltà di Milwaukee quando non riesce a correre e deve giocare con la palla in mano ai 24 secondi. A differenza di quanto accaduto in gara-3, questa volta Giannis Antetokounmpo fornisce il proprio contributo, chiudendo con una doppia doppia da 25 punti e 10 rimbalzi, ma meglio di lui fa Khris Middleton, alla sua miglior partita nella serie: 30 punti, con 6 rimbalzi, 7 assist e un eccellente 11/15 al tiro. All-Star a parte, a mancare è il contributo del supporting cast, con il solo Nikola Mirotic a toccare la doppia cifra (11 punti, ma 2/8 dalla lunga distanza). Scomparsi dal parquet, invece, tutti gli altri: a cominciare da Brook Lopez, determinante nei primi due episodi della serie, che si ferma a 8 punti, così come Eric Bledsoe, che non va oltre quota 5, e Malcom Brogdon (4 punti). Ora, la serie torna al Fiserv Forum, dove la quadra di coach Mike Budenholzer ha sempre dimostrato di avere una marcia in più. Il vantaggio del fattore campo è ancora nelle mani dei Bucks che, però, se vogliono provare a raggiungere le Finals Nba devono necessariamente ritrovare quel ritmo offensivo che ha sempre contraddistinto la loro stagione.

TAGS:
Nba
Playoff
Milwaukee
Toronto

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X