GP QATAR F.1 FP2

Losail FP2: Bottas leader, Gasly lo insegue. Verstappen precede Hamilton, le Ferrari non brillano

È del finlandese della Mercedes il miglior tempo nel turno di prove libere che chiude la giornata inaugurale del GP del Qatar.

di
  • A
  • A
  • A

Valtteri Bottas si prende il miglior tempo nella FP2 di Losail, ribaltando il verdetto della prima sessione che aveva visto il dominio di Max Verstappen. Conferma invece per Pierre Gasly, autore del secondo tempo a 209 millesimi dal finlandese. Il leader della generale chiude terzo (+0.350) davanti al diretto rivale nella corsa al titolo Lewis Hamilton (+0.422). Quinto tempo per Lando Norris con la McLaren e sessione problematica per le Ferrari: Sainz e Leclerc non vanno oltre il decimo ed il tredicesimo tempo.

Invece che iniziare a chiarire i dubbi sul primo turno di prove libere del terzultimo atto del Mondiale (debutto assoluto della massima formula in Qatar), le FP2 di Losail li hanno praticamente incrementati. Nulla di strano probabilmente, trattandosi appunto dei primi giri di pista di Losail per Verstappen, Hamilton e compagni. Il miglior tempo lo mette a segno Bottas. L'unica vera conferma è quella di Pierre Gasly: secondo sotto il sole della sessione del primo pomeriggio qatariota dietro a Verstappen, secondo in quella sotto i riflettori dietro al finlandese della McLaren, in questo caso con distacco dimezzato rispetto alle FP1.

 

Alle spalle del prossimo pilota Alfa Romeo e del francese di Alpha Tauri ci sono i due protagonisti della sfida per il titolo che domenica - con partenza allo stesso orario di queste FP2, dato non secondario - manderà in scena il suo terzultimo episodio. Incassato il rigetto della richiesta di revisione Mercedes dell'episodio di Interlagos, un Hamilton visibilmente deluso chiude quarto, a soli 92 millesimi dal leader del Mondiale. Sono cinque le monoposto spinte dalla power unit Mercedes nella top ten. Oltre alle Frecce Nere, la McLaren di Lando Norris (quinto) e le due Aston Martin di Lance Stroll e di Sebastian Vettel, rispettivamente sesto e nono. Oltre che con Gasly e Verstappen, Honda risponde con il settimo tempo di Yuki Tsunoda e l'ottavo di Sergio Perez.

E la Ferrari? Sessione di prove misteriosa e deludente per le Rosse: Sainz chiude la top ten con un distacco di 885 millesimi dalla vetta, molto simile a quello del primo turno. Sulla falsariga degli utimi GP, Leclerc paga ancora nei confronti del madrileno, chiudendo tredicesimo a 947 millesimi da Bottas. A separare i ferraristi ci sono le due Alpine di Esteban Ocon e Fernando Alonso. Fa peggio, nell'ottica della sfida per il terzo posto tra i Costruttori, Daniel Ricciardo. L'australiano si mette alle spalle solo i piloti di Alfa Romeo, Williams ed Haas.

 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti