FORMULA 1

Libere 1 Jeddah: Hamilton miglior tempo davanti a Verstappen e Bottas: Giovinazzi 5° davanti alle Ferrari

Il sette volte iridato inaugura il circuito della Corniche con il miglior tempo nella prima sessione di prove del penultimo appuntamento iridato.

di
  • A
  • A
  • A

Il weekend dell'Arabia Saudita inizia con la Freccia Nera di Lewis Hamilton in cima alla lista dei tempi con un vantaggio di soli 56 millesimi di secondo sul leader del Mondiale Max Verstappen. Alle spalle dei due piloti in lotta per il titolo c'è Valtteri Botts con l'altra Mercedes (+0.223). Ancora una volta brillante Pierre Gasly, quarto davanti ad Antonio Giovinazzi che (al suo penultimo GP) chiude il turno a 532 millesimi da Hamilton, mettendosi dietro le Ferrari di Carlos Sainz e Charles Leclerc, staccati di 778 ed 814 millesimi dalla vetta.

La penultima sfida iridata inizia con i due contendenti subito là davanti a prendere le misure al tracciato inedito ma soprattutto a prendersi le misure in vista delle qualifiche del sabato. La miglior performance la mette a segno - prima di dedicarsi alle prove in assetto gara - l'inseguitore Hamilton, mentre il leader della generale Verstappen riserva alle battute finali del primo turno di prove libere il time attack che lo porta nella scia del Re Nero, staccato di 56 soli millesimi. Non che ci fossero dubbi in proposito, ma il monotema del weekend è già apparecchiato sull'asfalto di un percorso superfilante e se vogliamo provvisto di un certo fascino, legato più che altro alle velocità altissime per un tracciato cittadino. Senza però dimenticare che quello ricavato lungo la Corniche della seconda città saudita tutto è tranne che un circuito cittadino nell'accezione classica e... "principesca" (nel senso di Montecarlo) del termine e della tipologia.

 

Esaurita la necesaria premessa, torniamo alla classifica che, alle spalle di Max e Lewis, allinea il solito Bottas (l'altro "secondo" Sergio Perez è incomprensibilmente undicesimo...), un Pierre Gasly che si conferma di fine in settimana in fine settimana pilota dalle grandi possibilità in condizioni di qualifica ed il nostro Antonio Giovinazzi, sorprendentemente quinto (il compagno di squadra Raikkonen è solo sedicesimo) nonostante sia ormai praticamente un separato in casa Alfa Romeo Sauber e lui stesso preso dal suo futuro immediato in Formula E con il team Dragon. Il pilota di Martinafranca si prende intanto il lusso di precedere le due Ferrari. Sesto e settimo della classifica dei tempi, con un ritardo dalla vetta  già pericolosamente vicino al secondo, Sainz e Leclerc sembrano però più avanti sul passo gara, ciò che autorizza - almeno per il momento - a pensare al colpo del ko nei confronti della McLaren nella corsa ad un terzo posto tra i Costruttori che Maranello ha già ipotecato. l volante della migliore delle MCL35M del team britannico, Daniel Ricciardo è ottavo (+0.822), mentre a chiudere la top (escludendone il già citato Perez) sono Fernando Alonso con la sua Alpine e Sebastian Vettel (Aston Martin).

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti