L'ANNUNCIO

La Honda torna ufficialmente in F1: fornirà i motori all'Aston Martin

Dopo l'addio nel 2021, le power unit giapponesi equipaggeranno le monoposto inglesi dal 2026

  • A
  • A
  • A

Honda torna in Formula 1 a partire dal 2026, quando diventerà fornitore ufficiale di Aston Martin. Dopo aver salutato il circus nel 2021, pur rimanendo in qualche modo coinvolta con un accordo di supporto nei confronti di Red Bull, la casa giapponese ha visto nella volontà del campionato di usare carburanti sostenibili una buona opportunità per tornare. Mercedes, al fianco di Aston Martin dal 2009, continuerà a fornire le power unit, il cambio e le sospensioni posteriori fino al 2025, per poi cedere il passo a Honda.

Vedi anche Alonso punta su Montecarlo: "Sulle piste dalle velocità meno elevate possiamo vincere" Formula 1 Alonso punta su Montecarlo: "Sulle piste dalle velocità meno elevate possiamo vincere" MIBE: "OCCASIONE PER LA PRODUZIONE DI MASSA"
Toshihiro Mibe, Ceo di Honda, ha sottolineato come la casa giapponese abbia accolto favorevolmente la sfida della Formula 1 di virare verso gare sempre più sostenibili, principio in linea con i valori e la direzione che la stessa Honda sta perseguendo. "Honda è un`azienda che ha un`importante storia di crescita - ha detto - ha affrontato sfide e vittorie a livello mondiale. Con i nuovi regolamenti 2026, la chiave per vincere sarà avere un motore elettrico compatto, leggero e ad alta potenza, con una batteria capace di gestire una potenza elevata e rapida". "Riteniamo che le tecnologie e il know-how acquisiti durante questa sfida possano potenzialmente essere applicati direttamente ai nostri futuri veicoli elettrici per la produzione di massa, come un modello sportivo di punta ed elettrico", ha poi evidenziato.

STROLL E WHITMARSH: "NON VEDIAMO L'ORA"
Lo stesso proprietario della scuderia, Lawrence Stroll, si è detto entusiasta di poter contare su un partner del calibro di Honda, con cui Aston Martin condivide diversi punti di vista: "Condividiamo una direzione, una determinazione, un`implacabile ambizione reciproca per avere successo in pista. Honda è un titano a livello globale e il suo successo nel motorsport è di lunga data. È incredibilmente impressionante". "I nuovi regolamenti sui propulsori di Formula 1 nel 2026 rappresentano un cambiamento enorme e importante"", ha sottolineato invece Martin Whitmarsh, Ceo del gruppo Aston Martin Performance Technologies. "Siamo fiduciosi di poterlo affrontare con successo insieme al nostro partner strategico Aramco, non vediamo l`ora di aprire una collaborazione verso un obiettivo comune. Il nostro impegno futuro con Honda è uno degli ultimi tasselli del puzzle che va a comporre gli ambiziosi piani di Aston Martin in Formula 1".

DOMENICALI: "APPROCCIO GIUSTO PER IL FUTURO"
Il Ceo di F1, Stefano Domenicali, ha parlato di "ottima notizia". "Questa è un'ulteriore prova che la nostra piattaforma globale e la nostra crescita offrono ai marchi un enorme potenziale - ha aggiunto - e dimostra anche che i nostri piani per passare a carburanti sostenibili nel 2026 è l'approccio giusto per offrire al mondo delle auto soluzioni alternative per decarbonizzare il pianeta. Tutti possiamo vedere l'incredibile impegno che Aston Martin ha assunto per il nostro sport e non vediamo l'ora di vedere l'entusiasmante partnership in azione, e voglio congratularmi con entrambe le parti per questa notizia".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti