GP TURCHIA F.1 PROVE UFFICIALI

Istanbul qualifiche: Bottas in pole grazie ad Hamilton. Verstappen in prima fila, Leclerc al via dalla seconda

Il pilota finlandese "eredita" dal proprio capitano la pole position del sedicesimo appuntamento del Mondiale all'Intercity Park di Istanbul.

di
  • A
  • A
  • A

Lewis Hamilton batte ancora un volta il record della pista di Istanbul ma (causa sostituzione del motore sulla Mercedes numero 44) la prima fila del GP di Turchia sarà composta dal suo compagno Valtteri Bottas e dal rivale nella corsa al titolo Max Verstappen, secondo e terzo nella classifica dei tempi delle prove ufficiali. In seconda fila il ferrarista Charles Leclerc e Pierre Gasly con l'Alpha Tauri. Hamilton si schiererà in sesta fila.

Missione compiuta per la Mercedes ma la Red Bull non è da meno! Hamilton limita al massimo i danni della sua penalizzazione sullo schieramento di partenza, stabilendo un nuovo record della pista ed un miglior tempo che si trasformerà al via del GP in un posto all'interno della sesta fila, a fianco di Esteban Ocon. La pole passa quindi al suo compagno di squadra Bottas (autore del secondo tempo), al quale spetta ora il compito di scattare alla perfezione al semaforo per contenere il più a lungo possibile la furia agonistica di Max Verstappen nella fase iniziale del GP: quella che verosimilmente vedrà il Re Nero impegnato al massimo nella rimonta dalla pancia del gruppo. I precedenti "tattici" di Valtteri in favore di Lewis non sono particolarmente efficaci, a maggior ragione da quando il finlandese è stato scaricato da Stoccarda per fare spazio a George Russell (vedi ad esempio Sochi), ma in questo caso la ragion di stato Mercedes coincide con le legittime aspirazioni di Bottas di puntare al podio alto, almeno fin quando... Hamilton non dovesse trovarsi alle sue spalle.

Chances di rimonta di quest'ultimo a parte, Verstappen ha buone possibilità di rimettere piede in cima alla classifica generale. Non si tratta però di un confronto diretto - almeno non al via - e la prima delle variabili in gioco è rappresentata da Charles Leclerc che nel finale delle qualifiche è riuscito ad issarsi fino alla quarta casella della classifica che poi (grazie al solito Hamilton) si trasforma nell'interno di una seconda fila che il monegasco divide con Pierre Gasly, lui pure alla vigilia di una prova alla quale chiedere un piazzamento finale di prestigio senza dimenticare la propria... appartenenza alla famiglia "allargata" Red Bull. Vale anche per Sergio Perez che divide la terza fila con un Fernando Alonso che migliora GP dopo GP e potrebbe essere una delle sorprese della domenica di Istanbul. Dalla quarta prenderanno il via Lando Norris con la McLaren e Lance Stroll con la Aston Martin. Dalla quinta Yuki Tsunoda con la seconda Alpha Tauri (tutti i motorizzati Honda nella top ten quindi) e Sebastian Vettel con l'altra Aston Martin.

Sarà invece al via in ultima fila Carlos Sainz che ha sostituito la power unit ma ha preso comunque parte alle prime due fasi delle qualifiche. Il contributo dello spagnolo alla causa ferrarista è stato peraltro sostanzioso. Qualificandosi per il Q2 infatti lo spagnolo ha messo fuori Daniel Ricciardo con la McLaren, diretta rivale della Ferrari nella corsa al terzo posto del Mondiale Costruttori. Nella fase centrale delle qualifiche poi Sainz ha fatto il bis nelle vesti di team player, offrendo la propria scia a Leclerc nella sezione più veloce dell'Intercity Park, aiutandolo a trovare i centesimi di secondo necessari a superare il "taglio" in un momento particolarmente complicato per Charles, che poco prima era finito in testacoda nella curva che immette sul rettilineo del traguardo.

 

Resta da ricordare la performance di Mick Schumacher che - sull'asfalto umido della prima e piuttosto convulsa fase delle qualifiche - è riuscito a passare il turno (per la seconda volta quest'anno dopo il GP di Francia), meritandosi il via in settima fila fianco a fianco con George Russell, quest'ultimo finalmente emerso con la sua Williams dalle "secche" di fondo classifica dopo tre turni di prove libere al di sotto della sua recente linea di rendimento. Il suo compagno di squadra Nicholas Latifi si trova nella fila seguente, in compagnia di Ricciardo. Qualifiche sottotono per Alfa Romeo: Antonio Giovinazzi e Kimi Raikkonen si schierano in nona fila. Alle loro spalle la Haas di Nikita Mazepin e - appunto - la Ferrari di Carlos Sainz, chiamato ad una grande rimonta domenicale: come Hamilton, più di Hamilton!

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments