FORMULA 1

La nuova Aston Martin di Vettel e Stroll: Mike Krack nuovo Team Principal al posto di Szafnauer

Il team britannico è il primo ad ufficializzare la data del lancio della propria monoposto per il  Mondiale al via tra poco più di due mesi in Bahrein.

di
  • A
  • A
  • A

Avrà la moderna rivisitazione del British Racing Green della Aston Martin la prima monoposto di Formula Uno di nuova generazione ad essere ufficialmente svelata. La presentazione della AMR22 powered by Mercedes che i confermati Sebastian Vettel e Lance Stroll guideranno nel Mondiale avrà "luogo" in streaming tra poco meno di un mese - giovedì 10 febbraio - nel corso di un evento speciale dal quartier generale Aston Martin Lagonda di Gaydon, nel Regno Unito. Intanto il team britannico ingaggia Mike Crack come Team Principal in sostituzione di Otmar Szafnauer che aveva lasciato la squadra il 5 gennaio scorso.

Prima di approdare a Silverstone, il neoassunto manager lussemburghese di scuola BMW è stato ingegnere in Formula Uno alla Sauber a partire dal 2001, è stato race engineeer di Felipe Massa e conosce già Sebastian Vettel, con il quale ha lavorato quando il futuro campione del mondo era terzo pilota della BMW Sauber, debuttando nel Mondiale a Indianapolis nel 2007 al posto di Robert Kubica, reduce dal terribile incidente di Montereal. Krack ha poi occupato ruoli di responsabilità nei programmi sportivi della Casa bavarese fino al 2014, occupandosi di Formula E, GT, IMSA e WEC, 24 Ore di Le Mans compresa. In seno ad Aston Martin Cognizant F1 Team, Krack (che ha verosimilmente vinto la concorrenza di Marcin Budkowsi, che ha lasciato ieri la Alpine) risponderà direttamente al proprietario Lawrence Stroll ed al CEO Martin Whitmarsh.

Sistemata così la posizione lasciata vacante ad inizio amno da Szafnauer, per la Casa britannica quella che prende il via alle porte della prossima primavera a Sakhir (ma soprattutto già dal 21 al 25 febbraio con i test collettivi di Barcellona) è la seconda stagione nel Mondiale dopo il passaggio di consegne di poco più di un anno fa tra Racing Point ed Aston Martin, appunto. Da migliorare c'è un anonimo settimo posto nel Mondiale Costruttori "conquistato" l'anno scorso con 77 punti. Una specie di "terra di nessuno", al bordo inferiore del gruppo dei team di metà schieramento (ma con poco più della metà dei punti di Alpha Tauri - sesta a quota 142) e con alle spalle solo Williams (23 punti), Alfa Romeo ed Haas... Un bottino, quello messo assieme da Sebastian Vettel (alla sua prima stagione nel team dopo l'esperienza ferrarista) e dal confermatissimo Lance Stroll (notoriamente figlio del "boss" Lawrence) decisamente peggiorativo rispetto alla stagione precedente, nella quale Racing Point aveva chiuso il Mondiale Costruttori al quarto posto, tra l'altro mancando il terzo gradino del podio (occupato dalla McLaren che quest'anno lo ha perso a vantaggio della Ferrari) solo a causa dei quindi punti di penalizzazione persi nella causa intentata dalla Renault (alla fine sesta).   

 

Da parte loro, il quattro volte iridato tedesco ed il suo giovane compagno canadese non sono riusciti ad entrare nella top ten della classifica piloti: dodicesimo posto per Sebastian (che ha firmato l'unico - fortunoso - podio stagionale, chiudendo secondo a Baku) e tredicesimo Lance, il cui miglior piazzamento è stato il sesto posto nel GP del Qatar. Vettel ha messo insieme un bottino di 74 punti, staccando nettamente Stroll (43).

 

 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti