GP ABU DHABI

GP Abu Dhabi: dominio Red Bull e super Verstappen, Mercedes e Ferrari faticano a Yas Marina

Prestazione da applausi per entrambe le monoposto del team austriaco, le Frecce Nere e le Rosse chiudono lontane dall'olandese

di
  • A
  • A
  • A

E' di Max Verstappen il miglior tempo nella terza ed ultima sessione di prove libere del GP di Abu Dhabi. L'olandese, che sul circuito di Yas Marina ha chiuso in 1'36''251, precede il compagno di box Alexander Albon (+0''501) e la Renault di Daniel Ricciardo (+0''626). Delusione per Mercedes che non va oltre il sesto tempo con Hamilton, con un ritardo di 761 millesimi dalla Red Bull, e il nono di Bottas. Ferrari in ripresa rispetto alle sessioni precedenti, ma i ritardi di Leclerc e Vettel vanno oltre il secondo.

La terza sessione di prove libere a Yas Marina consegnano dei tempi che la dicono lunga sulle qualifiche del pomeriggio. Sarà una sessione dai mille interrogativi in cui Red Bull sarà chiamata all'acuto, Mercedes dovrà trovare la quadra dopo una FP3 deludente e Ferrari rispondere all'ultima chiamata per concludere una stagione amara con un sorriso. Tra i tanti problemi e sorprese, ad avere la meglio nell'ultima sessione di libere del 2020 è un super Max Verstappen che ad Abu Dhabi vola tra le curve del "Yas Marina Circuit" con un tempo che solo le "Frecce Nere" avevano registrato nella giornata di venerdì confermando come l'olandese, dopo l'uscita anticipata nel GP di Sakhir, ha voglia imporsi con forza davanti ai dominatori del mondiale.

Applausi per la Red Bull che, oltre a Verstappen, vede in Alexander Albon un'ottima carta da giocare in qualifica. L'anglo-thailandese, il cui futuro è ancora da decidere col team austriaco che ha preso tempo per annunciare il secondo pilota per il 2021, ottiene il secondo crono in FP3 precedendo entrambe le Renault di Ricciardo e Ocon, vicine tra loro di 22 millesimi ma distanti di oltre mezzo secondo da "super Max". Per trovare la prima "Freccia nera" bisogna però "scavalcare" il quinto tempo di Lando Norris che con la sua McLaren precede Lewis Hamilton, relegato al sesto crono.

Problemi in sessione per le W11 che, complice anche il nono tempo di Bottas a 834 millesimi da Verstappen, sembrano non aver capito le condizioni dell'asfalto di Yas Marina. Saranno ore di studio e analisi dei dati per comprendere cosa non è andato in questa ultima sessione di libere per cercare di conquistare una pole che consegnerebbe a Mercedes un vero e proprio record: 17 pole position in altrettanti GP corsi in stagione.

Il decimo tempo di Sergio Perez, vincitore a Sakhir, e l'undicesimo di Kvyat precedono la prima delle due SF1000 in pista. Charles Leclerc infatti non va oltre il 12° crono, seguito da Gasly e dal compagno di box Sebastian Vettel. Rosse in ripresa se confrontate con i tempi registrati nelle sessioni precedenti, ma un ritardo di un secondo per il monegasco ed un secondo e 477 millesimi per il tedesco che ancora una volta non riescono a mantenere il passo dei più veloci.

In qualifica sarà caccia al Q2 per il "Cavallino Rampante" che però, dalle parole delle ultime ore di entrambi i piloti, sperano in una super prestazione per acciuffare un Q3 che in stagione manca dal primo fine settimana a Silverstone di cinque mesi fa.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments