OROLOGIO DA F1

Girard-Perregaux e Aston Martin, un orologio da incanto

Il Tourbillon con Tre Ponti Volanti esposto in occasione del Gran Premio d’Italia 

  • A
  • A
  • A

Nell’infaticabile rincorsa alla velocità, il tempo è la principale incognita e proprio nella somiglianza fra i due settori risiede la base della partnership tra Girard-Perregaux ed Aston Martin. La corsa contro il tempo da oltre 100 anni affascina gli appassionati degli sport motoristici, mentre la misurazione del tempo è una sfida che storicamente mette alla prova gli orologiai.  In occasione del Gran Premio d’Italia di Formula 1, la manifattura svizzera di alta orologeria Girard-Perregaux ha tenuto venerdì sera un esclusivo evento, organizzato da wazaBe events, nella location di Aston Martin Milano. 

Principe della serata il primo orologio nato dalla partnership: il Tourbillon with Three Flying Bridges – Aston Martin Edition che unisce il know-how orologiero di Girard-Perregaux con le eccezionali competenze di Aston Martin nel settore del lusso e della performance. 

Special guest dell’evento Nico Hulkenberg, terzo pilota di Aston Martin Cognizant Formula One™ Team, che ha intrattenuto gli ospiti raccontando il suo giro di pista sul circuito di Monza. Una serata in cui è stato possibile ammirare da vicino tutte le parti che compongono un orologio di alta manifattura grazie alla presenza di un maître horlogerie, ma anche di mettersi alla prova, come dei veri piloti, sull’esclusivo simulatore di lusso disegnato da Aston Martin e con gli esercizi di Mental Economy Training® insieme al personale esperto di Formula Medicine. 

Tra i presenti Gian Maria Gabbiani, pilota professionista, che ha introdotto la serata, il disegnatore di caschi Mad56 e gli influencer Marco Taddei, Eva Gini e Valentina Bonariva. 

Patrick Pruniaux, CEO di Girard-Perregaux : “Il 2021 è un anno importante sia per Girard-Perregaux che per Aston Martin. Noi celebriamo lo straordinario traguardo dei 230 anni di storia nel mondo dell’orologeria, mentre Aston Martin festeggia il suo ritorno in Formula 1 come works team dopo oltre 60 anni”. 

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments