F1 Stati Uniti: Hamilton domina, Vettel penalizzato di 3 posizioni in griglia

Un'altra mazzata per la Rossa: il weekend di Lewis è tutto in discesa verso il titolo

di DANIELE PEZZINI

Piove sul bagnato per la Ferrari ad Austin. Sebastian Vettel è stato penalizzato di 3 posizioni in griglia di partenza per non aver rallentato a sufficienza in regime di bandiere rosse durante le Libere 1. Un'altra mazzata per la Rossa, un altro, potenziale, colpo da k.o. per Hamilton. Il britannico ha dominato sia le Libere 1, sia le Libere 2 sotto il diluvio texano e la corsa verso il titolo sembra ormai veramente in discesa.

Austin sotto l'acqua

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • LinkedIn
Foto 1
Foto 2
Foto 3
Foto 4
Foto 5
Foto 6
Foto 7
Foto 8
Foto 9
Foto 10
Foto 11
Foto 12
Foto 13
Foto 14
Foto 15
Foto 16
Foto 17
Foto 18
Foto 19
Foto 20
Foto 21
Foto 22
Foto 23
Foto 24
Foto 25
Foto 26
Foto 27
Foto 28
Foto 29
Foto 30
Foto 31
Foto 32
Foto 33
Foto 34
Foto 35
Foto 36
Foto 37
Foto 38
Foto 39
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39

Venerdì di libere bagnato al Circuit of the Americas

Un disastro sotto tutti i punti di vista. Si può sintetizzare così il venerdì americano della Rossa: annientata dalla Mercedes in pista e punita dai commissari. La sentenza della direzione gara è arrivata al termine delle Libere 2: Sebastian Vettel sarà retrocesso alla partenza per non aver rispettato il delta di velocità durante lo sventolìo delle bandiere rosse (esposte, per ironia della sorte, a causa di un'uscita di pista del futuro ferrarista Leclerc). Una decisione severa, ma inevitabile, visto che era stato preso lo stesso provvedimento in precedenza nei confronti di Ricciardo (in Australia) e di Ocon (in Giappone).

Hamilton intanto se la ride, dall'alto dei 67 punti di vantaggio che ha nei confronti del tedesco. La conquista del titolo, a questo punto, potrebbe essere davvero una formalità per lui, visto che vincendo il GP gli basterebbe che Vettel frenasse la sua eventuale rimonta fino al 3° posto per laurearsi aritmeticamente campione del mondo. Lewis si è comunque portato avanti dominando la classifica dei tempi: nelle Libere 2 gli sono bastati 3 giri per stampare uno strepitoso 1'48''716 e rifilare distacchi abissali a tutti, nonostante le condizioni proibitive del tracciato. Il più vicino è stato Gasly con la Toro Rosso (+ 1''012), davanti alla Red Bull di Verstappen (+ 1''082) e alla McLaren di Alonso (+ 3''012). Lontanissime le Ferrari: Raikkonen 9° a + 4''727, Vettel 10° a + 5''196, ritardi che non fanno che aumentare i grattacapi nel box del Cavallino.

I tempi sono ovviamente poco indicativi vista la pioggia scrosciante che si è abbattuta su Austin per tutta la giornata, ma le previsioni per sabato restano piuttosto incerte ed è tutt'altro che scontato che le qualifiche si disputino sull'asciutto.

TAGS:
Formula 1
Stati Uniti
Austin
Libere

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X