F1, le prime libere di Melbourne a Hamilton

Dominio Mercedes con Bottas secondo: le Ferrari quinta e sesta con Raikkonen e Vettel

di ALBERTO GASPARRI

Si apre nel segno delle Mercedes il Mondiale 2017 di Formula 1. Nella prima sessione di prove libere del GP d'Australia, sul tracciato cittadino di Melbourne, il più veloce è stato Lewis Hamilton, primo in 1'24"220. Alle sue spalle il nuovo compagno di team, Valtteri Bottas, staccato di quasi sei decimi. Non benissimo le Ferrari, quinta e sesta con Raikkonen e Vettel, ma precedute anche dalle Red Bull di Ricciardo e Verstappen.

Insomma, le nuove regole tecniche non sembrano aver cambiato i valori della griglia, come era già apparso chiaro durante i test. Il problema è che la Ferrari, che durante l'inverno sembrava volare, ha accusato ritardi subito importanti dal vertice. Soprattutto da Hamilton, che, pronti via, nella prima uscita ufficiale in un weekend di gara, ha chiuso a quattro decimi dal tempo in qualifica dello scorso anno (1'23"8), segno che queste nuove monoposto andranno decisamente più veloce delle precedenti. Dietro alle tre squadre big, comunque, qualche cambiamento sembra esserci. Massa è stato il migliore delle Williams, mentre Grosjean, Hulkenberg e Perez hanno chiuso una top 10 variegata. Bravo Lance Stroll, tredicesimo, così così Esteban Ocon, sedicesimo. Chi non vede la luce è la McLaren: 14° Alonso, 20° e ultimo Vandoorne.

TAGS:
F1
Australia
Melbourne
Mercedes
Vettel
Hamilton
Ferrari
Raikkonen
Alonso
Bottas
McLaren
Red Bull

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X