F1 Azerbaigian, Vettel: "C'è ancora tanto lavoro da fare"

Leclerc prova a pensare positivo: "La Mercedes è molto forte, ma la situazione non è catastrofica"

  • A
  • A
  • A

Sebastian Vettel non nasconde la delusione e per la gara e, in generale, per l'avvio di stagione della Ferrari: "C'è ancora molto lavoro da fare - ha detto il tedesco della Ferrari - Non è assolutamente la situazione che avremmo voluto a questo punto della stagione. Reazione a Barcellona? Speriamo, serve una svolta". Leclerc prova a pensare positivo: "Il passo oggi era buono, la Mercedes è molto forte, ma la situazione non è catastrofica".

Seb ha parlato così della sua gara: "Il primo stint è stato pessimo, ho faticato tantissimo a far funzionare le gomme, erano troppo fredde. È stato uno stint molto discontinuo, non sono mai stato a mio agio, mai in fiducia con la macchina. Questo è un problema che ogni tanto si presenta su questo circuito. Dopodiché sono rimasto sorpreso, mi aspettavo difficoltà anche con le medie, invece non ho avuto problemi a scaldarle e hanno funzionato bene fino alla fine. Avevamo anche un buon passo per seguire le Mercedes ad un certo punto. Poi si era avvicinato Max, ma abbiamo reagito e l'abbiamo tenuto dietro. Mantenere questo terzo posto è stato cruciale, buon per Charles per il giro veloce, che l'ha rubato alle Mercedes. C'è ancora molto lavoro da fare da parte nostra, non è assolutamente la situazione che avremmo voluto a questo punto, dobbiamo accontentarci. Una reazione a Barcellona? Lo speriamo, nelle ultime 4 gare non siamo stati al livello dei test. Dobbiamo aspettare e vedere cosa accadrà. Il team sicuramente ha il morale alto, abbiamo un paio di aggiornamenti da portare sulla macchina. Speriamo di avere un weekend lineare perché finora non ne abbiamo ancora avuto uno, solo così potremo dare una svolta alla stagione". 

Gara quasi a specchio invece per Charles, che ha iniziato con le medie per poi passare alle soft: "Il primo stint è stato molto buono, ma poi dai box mi hanno detto che non c'era possibilita' di tornare davanti e allora abbiamo cercato di fare almeno il giro veloce. La cosa positiva è il passo gara, molto buono. I rimpianti più grossi sicuramente vengono da sabato: la pole era lì nelle nostre mani".

A fine Gran Premio ha parlato anche il presidente della Ferrari, John Elkann: "La Mercedes è più forte e più fortunata. Però lo spirito della Ferrari è molto buono, oggi il giro veloce l'abbiamo fatto noi e c'è tanta voglia di vincere. Il campionato è ancora lungo. Forza Ferrari".

È poi arrivato anche il giudizio del Team Principal, Mattia Binotto: "Che la Mercedes sia forte non è una sorpresa, lo sapevamo. Non erano però queste le nostre aspettative. In qualifica questo weekend potevamo fare meglio. Ci siamo complicati la vita, partendo dietro. Essere davanti avrebbe aiutato per l'utilizzo delle gomme. Si è visto anche nella difficoltà di Hamilton nell'attaccare Bottas. C'è da dire però che loro sono stati veloci, noi non abbiamo mai avuto il ritmo, anche con Vettel. Dobbiamo capire i punti deboli e migliorare. Dobbiamo cercare di andare oltre, magari essere più aggressivi nello sviluppo. Leclerc ha fatto una bella gara, anche perdendo posizioni in partenza poi ha fatto un buon recupero. Lo sprito è buono, positivo. Abbiamo voglia di far bene e questa è l'unica ricetta. Speravamo di essere più competitivi, ma restano ancora tante gare per dimostrare il nostro valore. Ci sentiamo ancora in lotta per il Mondiale, ma non facciamo calcoli, ora pensiamo gara dopo gara per noi stessi e per tutti i tifosi".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments