L'ALLARME

Ferrari, Binotto è preoccupato: "Insufficienti, non siamo veloci"

Il team principal della Rossa: "Non andremo in Australia per lottare per la vittoria"

  • A
  • A
  • A

"Questa Ferrari non è abbastanza veloce, non andremo in Australia per lottare per la vittoria", questo l'allarme lanciato da Mattia Binotto dopo i test prestagionali di Barcellona. Il team principal della Ferrari è preoccupato: "Voto 6 o forse anche meno. In qualifica non siamo abbastanza veloci, anche in gara ma un po’ meno per vari motivi che poi dovremo capire. Per noi è importante capire sempre meglio la macchina, cercare di ottimizzarla, provare diversi setup. I piloti devono trovare il comfort con la vettura ed il setup".

Per molti la Ferrari si è "nascosta", ma Mattia Binotto conosce il vero valore della SF1000 e non è contento: "Siamo pronti ad affrontare le gare, ma non siamo veloci abbastanza. Di questo ne sono certo. Non siamo veloci per giocarci la vittoria in Australia. Ognuno ha i propri problemi, chi affidabilità, chi velocità, chi di prestazione. In un weekend di gara può succedere di tutto, ma oggi come oggi non siamo soddisfatti della prestazione. Non sono ottimista come l’anno scorso. L’auto non è la più veloce. Sembra essere affidabile e la stagione è lunga. Il drag ci penalizza in velocità massima. Non stiamo spingendo il motore al massimo perché non vogliamo compromettere la nostra affidabilità". 

Gli avversari sono più veloci: "Non mi importa cosa dicono o cosa pensano. Da parte mia conosco la situazione. Credo che basti questo. Non sto togliendo pressione, anzi. Essendo Ferrari quando non vai come vorresti la pressione aumenta. Quanto siamo bravi lo scopriremo nelle prime due-tre gare. Tutta la macchina va migliorata, power unit e aerodinamica. Non siamo dove vorremo essere, gli altri sono più veloci in rettilineo. Non stiamo facendo dei giochi, questa è la nostra vera performance".

Infine, il coronavirus non sembra impensierire il Mondiale: "Per lo svolgimento dei GP siamo in contatto con gli organizzatori dei paesi dove si svolgeranno le gare. La F1 sta parlando con le autorità australiane. È una situazione in evoluzione ma l’idea è che si correrà in Australia”.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments