F1, pole di Bottas in Cina

Il finlandese precede di un soffio Hamilton, poi Vettel e Leclerc. Erroraccio di Verstappen

di
  • A
  • A
  • A

Valtteri Bottas ha confermato la sua leadership in classifica, conquistando la pole position del GP di Cina, terzo round del Mondiale di F1. A Shanghai il finlandese ha chiuso con il tempo di 1'31"547, precedendo il compagno di team Hamilton, staccato di 23 millesimi. Seconda fila per le Ferrari, a tre decimi, con Vettel davanti a Leclerc. Quinta la Red Bull di Verstappen, che però non è riuscito a compiere il suo ultimo tentativo.

Per Bottas si tratta della settima pole in carriera e arriva in quello che può essere considerato il suo miglior avvio da quando corre in F1. Insomma, sembra davvero fare sul serio, come è seria la sua candidatura al titolo. Anche perché finora Lewis Hamilton non è che abbia incantato. L'inglese, finora, ha vissuto un weekend non brillantissimo, anche se, come al solito, alla fine è arrivato in alto. Non abbastanza, però, per mettersi tutti alle spalle. Ha un po' dleuso, invece, la Ferrari. Alla fine è riuscita a limitare i dannik riducendo lo svantaggio in termini di decimi dalle Frecce d'Argento, ma sia Vettel, sia Leclerc, non sono mai sembrati in grado di impensierire i due grandi avversari. Buon per Seb e Charles, che Max Verstappen e la Red Bull abbiano commesso un errore da dilettante. L'olandese, infatti, ha aspettato troppo prima di schiacciare sull'acceleratore e ha preso la bandiera a scacchi prima di iniziare il suo secondo e ultimo giro lanciato del Q3. Quando fino a quel momento era riuscito a inserirsi tra le due Rosse. In risalita Gasly, buon sesto (anche se a 8 decimi dal compagno) davanti alle Renault di Ricciardo e Hulkenberg e alle Haas di Magnussen e Grosjen, che però non sono scese in pista nella fase decisiva delle qualifiche.

Doppia piccola delusione in casa Alfa Romeo. Kimi Raikkonen, infatti, ha mancato l'accesso alla Q3, classificandosi così 13° anche a causa di un calo di potenza nel suo giro lanciato. Un problema tecnico ha invece impedito ad Antonio Giovinazzi di scendere in pista per un giro utile nel Q1. Per lui ultima fila da dividere con Albon, protagonista di un terribile incidente nelle libere 3, con la sua Toro Rosso resa inutilizzabile per le qualifiche. Davanti a loro le "solite" Williams, con Russell, che ha fatto meglio di Kubica. In ombra le McLaren di Sainz e Norris dopo il positivo inizio di stagione.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments