Calcio

"Cosa mi piace fare in questo periodo a casa? C'è poco da fare. Lavoro fisico, cucina per quel poco che so fare. Film, musica, e ballo da solo: sto impazzendo. Abbiamo un gruppo whatsapp con i compagni di squadra, ci aggiorniamo su come stiamo, ridiamo, scherziamo e passiamo così il tempo". È il racconto di Sebastian De Maio, costretto all'isolamento nella sua abitazione come tutti in periodo di coronavirus. Il difensore dell'Udinese non nasconde la sua preoccupazione: "Come sto vivendo questo momento? Sto a casa come tutti gli italiani - precisa in un video pubblicato sul profilo del club friulano - un po' di preoccupazione c'è ed è giusto che sia così. Ho la mia famiglia lontana e non la vedo da tre settimane, questo mi pesa tanto. Aspetto che ci diano più notizie possibile e spero che finirà tutto al più presto possibile. Faccio lavoro a casa, a volte basta una sedia. La società ci ha messo a disposizione anche dell'attrezzatura e ci curano l'alimentazione anche se a distanza".

Tempo reale
  • A
  • A
  • A