NEI GUAI

Torino, la rabbia dei tifosi: scontri e cariche

La polizia in tenuta antisommossa, è dovuta intervenire. Presi di mira Comi e Moretti

 

  • A
  • A
  • A

Non è stato un bel rientro quel del rientro in città del Torino dopo la sconfitta in trasferta contro lo Spezia (che si è salvato, per 4-1). La squadra, che rischia la retrocessione in Serie B, è stata pesantemente contestata da una cinquantina di tifosi che attendevano i giocatori. Quando è arrivato il pullman sono state lanciate tre bombe carta. Tensione anche tra i tifosi e i dirigenti Comi e Moretti che sono anche stati spintonati. I tifosi sono stati tenuti a bada dalla polizia in tenuta antisommossa, che è dovuta intervenire con tre leggere cariche. Gli ultras si sono placati solo quando sono arrivati l'allenatore Nicola e il capitano Belotti e con essi tutta la squadra. Il tecnico ha rassicurato tutti dicendo che si sta "resettando" in previsione appunto delle ultime due gare: il primo è il recupero contro la Lazio tra 3 giorni. Poi ultima di campionato col Benevento.

Vedi anche Serie A, Spezia-Torino 4-1: Aquilotti salvi, granata nei guai Serie A Serie A, Spezia-Torino 4-1: Aquilotti salvi, granata nei guai

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments