SUPERCOPPA ITALIANA

Supercoppa Italiana: l'Inter per aprire un ciclo, la Juve per ripartire con la decima

Fischio d'inizio questa sera alle 21: diretta su Canale 5 e in streaming sul nostro sito

  • A
  • A
  • A

E' l'edizione numero 34 della Supercoppa Italiana ma solo la seconda volta che il trofeo se lo contendono Inter e Juve: la prima risale addirittura al 2005, quando a Torino passarono i nerazzurri con un gol di Veron su assist di Adriano. Insomma, un'era calcistica fa. Oggi invece si gioca a San Siro (lo stadio in cui più volte si è tenuta questa partita, ben 11, l'ultima delle quali nel 2010 con il successo dell'Inter di Benitez sulla Roma). La Juve punta ora alla "decima" (con nove affermazioni è la squadra che ha alzato più volte il trofeo), i nerazzurri a quella che sarebbe la sesta vittoria (per aprire dopo lo scudetto un nuovo ciclo nerazzurro). Numeri che fotografano una sfida che da sempre va però oltre il campo e la competizione in essere: un derby d'Italia che al di là del gioco delle parti non può vedere favoriti assoluti o facili pronostici.

Tanto meno oggi, anche se il divario in classifica in campionato parrebbe dire altro. Ma sulla sfida secca tutto è realmente possibile. La Juve, al di là di squalifiche e assenze per infortuni, ha dalla sua la cabala (questa è la quarta occasione in cui la Supercoppa Italiana si gioca a gennaio e nelle tre precedenti edizioni - 1996, 2019 e 2021 - i bianconeri hanno sempre alzato il trofeo) e la tradizione favorevole visto che è rimasta imbattuta in 11 delle ultime 12 gare in tutte le competizioni giocate contro l’Inter. D'altra parte i nerazzurri (che hanno disputato questa finale l'ultima volta nel 2011 quanto fu sconfitta a Pechino dal Milan) arrivano al match di stasera con uno score impressionante, otto vittorie consecutive in campionato, un solo ko (in Europa con il Real) nelle ultime 16 partite. Ruolino di marcia accelerato grazie al lavoro di Simone Inzaghi che dopo i due successi precedenti cerca il tre su tre in Supercoppa contro il recordman della competizione (in fatto di presenze, non vittorie) che è proprio Max Allegri che diventerà l'allenatore più presente nella storia di questa finale, superando Lippi fermo a quota sei. Appuntamento dunque a stasera: ore 21, diretta su Canale 5 e in streaming su Sportmediaset.it.

 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti