Slovacchia, Skriniar e la festa dopo il ko: "Quello che succede in nazionale, resta in nazionale"

Il difensore si concentra sull'Inter: "Penso solo alla partita col Milan, dobbiamo dimostrare di essere più forti"

  • A
  • A
  • A

Milan Skrinar con la bocca cucita dopo le dimissioni del ct slovacco, probabilmente indotte da una festa di sette giocatori (tra cui il difensore) dopo la sconfitta contro la Repubblica Ceca: "Quello che succede in nazionale, resta in nazionale. La Slovacchia è una cosa, l'Inter un'altra". E quindi derby: "Dobbiamo vincere per allungare la striscia di sei successi di fila e per arrivare più in alto possibile".

Nell'intervista ad Espn, Skriniar ricorda la sua imbattibilità nei derby di Milano: "È una cosa importante. Il primo fu divertente, vincemmo 3-2, fu grandioso per noi e i nostri tifosi. Il secondo finì 0-0, adesso voglio vincere il terzo. Siamo convinti di essere più forti rispetto alla scorsa stagione ma poi va dimostrato tutto sul campo".

Il primo spauracchio sarà Higuain: "Uno dei più grandi attaccanti della serie A, non dovremo farlo segnare ma vale per tutti i giocatori del Milan".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments