SASSUOLO-SPEZIA 1-2

Serie A, Sassuolo-Spezia 1-2: Erlic e Gyasi ribaltano De Zerbi

Inutile il vantaggio di Caputo, neroverdi senza vittorie da cinque partite

  • A
  • A
  • A

Continua la striscia di gare senza vittorie per il Sassuolo, che nella seconda giornata del girone di ritorno cade in casa ribaltato dallo Spezia. Al Mapei Stadium neroverdi in vantaggio a metà primo tempo grazie a Caputo, a cui risponde Erlic di testa nel finale della prima frazione. Nella ripresa la gara si mantiene equilibrata ma i liguri la ribaltano ancora da calcio d’angolo grazie a Gyasi, che firma il 2-1 finale e regala tre punti importantissimi a Italiano. Inutile il forcing finale dei padroni di casa, che schierano addirittura cinque punte (tra cui Berardi) ma non trovano il pareggio.

LA PARTITA
De Zerbi ritrova l’amuleto Berardi, che parte dalla panchina, ma deve fare a meno dello squalificato Lopez, sostituito da Obiang in mediana accanto a Locatelli. Recuperato anche Chiriches in difesa, ma al fianco di Ferrari c’è ancora Marlon, mentre davanti Caputo è regolarmente al suo posto supportato da Traoré, Djuricic e Boga. Italiano ritrova Terzi dietro, ma deve fare i conti con diverse assenze: Pobega e Saponara sono out per squalifica, Nzola è ancora fermo per infortunio, così davanti c’è Agudelo preferito a Galabinov come falso nueve con Verde e Gyasi ai lati. Chance per Sena come mezzala, in difesa l'escluso è Chabot.

In avvio è il Sassuolo a fare la partita con un possesso palla prolungato di buona qualità, ma la prima occasione è per lo Spezia con Erlic, che mette alto di testa da calcio d’angolo (9’). La squadra ligure prova a pressare alto i neroverdi, che alla costruzione dal basso alternano a volte delle verticalizzazioni improvvise a scavalcare la difesa avversaria, ma la retroguardia di Italiano è attenta e davanti il tridente leggero crea problemi al Sassuolo: Verdi calcia dal limite dell’area e centra la traversa, sul corner successivo Consigli è decisivo in uscita bassa su Maggiore (17’). Passano i minuti e la partita si mantiene equilibrata, ma la prima volta che il Sassuolo trova la difesa ligure posizionata male colpisce con una grande manovra tutta di prima che permette a Ciccio Caputo di involarsi a tu per tu con Provedel e batterlo per firmare il vantaggio (25’). Assorbito il colpo, lo Spezia rialza il baricentro e prova a reagire con un’azione personale di Gyasi e la conclusione da fuori di Verde, poco dopo De Zerbi perde Boga per un problema muscolare che sembra serio e inserisce Haraslin (37’). Lo Spezia continua a fare la partita e nel finale della prima frazione viene premiato dal gol del pari firmato da Erlic, che svetta più in alto di tutti da corner e firma l’1-1 (39’). Neanche il tempo di esultare e Traorè si inventa un assist delizioso per Djuricic che fa 2-1, ma dopo qualche minuto il VAR annulla per fuorigioco (millimetrico). Ancora Traorè costringe poi Provedel al miracolo un minuto dopo, le squadre vanno negli spogliatoi sul risultato di parità.

La ripresa comincia senza cambi e con lo Spezia che tiene la linea difensiva molto alta e costringe il Sassuolo nella propria metà campo, la prima buona occasione è per Maggiore, ma il suo colpo di testa finisce a lato (51’). Poco dopo anche Terzi come Boga è costretto a lasciare il campo per un problema muscolare e la difesa dei liguri va subito in difficoltà contro la velocità dell’ispirato Traorè, che costringe ancora Provedel a un grande intervento. Il Sassuolo alza la pressione e va vicino al vantaggio con il tiro di Haraslin, ma lo Spezia ribatte colpo su colpo e allora De Zerbi mette in campo l’artiglieria pesante: dentro Berardi e Defrel per Traorè e Djuricic (65’). I neroverdi hanno subito una grande chance ma Muldur è impreciso, poi ci prova anche Defrel, ma a un quarto d’ora dal termine lo Spezia ribalta la partita ancora grazie a un calcio d’angolo: Ismajli svetta, Gyasi anticipa Consigli e fa 1-2 col secondo gol stagionale personale (77’). De Zerbi prova il tutto per tutto inserendo anche Magnanelli e Raspadori e schierando cinque punte, ma è Gyasi ad avere l’occasione per la doppietta personale (grande chiusura di Rogerio). Nel finale il forcing dei padroni di casa produce soltanto qualche protesta per un dubbio contatto in area, il Sassuolo è senza vittorie da cinque partite, per lo Spezia 21 punti e mezza salvezza in tasca.

LE PAGELLE
Caputo 6,5 – Una sola vera occasione e da gol e lui non l’ha sprecata confermandosi bomber letale.
Traorè 7 – Gli è mancato solo il gol, ma in ogni azione pericolosa dei neroverdi c’è il suo zampino. La sua velocità ha messo spesso in difficoltà la difesa ligure, Provedel gli ha detto di no due volte e l’assist per Djuricic è un cioccolatino (anche se il VAR lo ha cancellato).
Berardi 6 – Ritorno in campo amaro per l’amuleto dei neroverdi, che sperava in un pomeriggio migliore per ritrovare la condizione.

Erlic 7 – Il suo colpo di testa riapre la partita ma in generale domina nel gioco aereo anche in fase difensiva.
Provedel 6,5 – Decisivo almeno due volte nel dire di no agli avversari e tenere in vita il match.
Agudelo 7 - Preferito a sorpresa Galabinov, dà ragione a Italiano con una grande prestazione. Gioca da falso nueve e tiene in costante apprensione la difesa neroverde coi suoi strappi.

IL TABELLINO
SASSUOLO-SPEZIA 1-2
SASSUOLO (4-2-3-1)
: Consigli 6; Muldur 5,5, Marlon 6, Ferrari 6, Rogerio 5; Obiang 6,5 (37’st Magnanelli sv), Locatelli 6; Traorè 7 (19’st Defrel 5,5), Djuricic 6 (19’st Berardi 6), Boga 5,5 (37’pt Haraslin 6); Caputo 6,5 (37’ Raspadori sv). A disp: Pegolo, Ayhan, Chiriches, Toljan, Haraslin, Defrel, Magnanelli, Peluso, Berardi, Kyriakopoulos, Oddei, Raspadori. All: De Zerbi.
SPEZIA (4-3-3): Provedel 6,5; Vignali 6, Terzi 5,5 (7’st Ismajli 6,5), Erlic 7, Bastoni 6,5; Sena 6,5 (45'st Acampora sv), Ricci 6, Maggiore 6,5 (45'st Chabot sv); Verde 6 (18’st Farias 6), Agudelo 7, Gyasi 7. A disp: Romas, Marchizza, Estevez, Acampora, Agoume, Galabinov, Krapikas, Chabot, Capradossi, Ismajli, Dell’Orco, Zoet, Farias. All: Italiano.

Marcatori: 25’pt Caputo (Sa), 39’pt Erlic (Sp), 32’st Gyasi
Arbitro: Sacchi
Ammoniti: Bastoni, Erlic, Vignali (Sp), Locatelli, Ferrari (Sa)
Espulsi:

LE STATISTICHE
15 dei 21 punti conquistati dallo Spezia in questa Serie A sono arrivati in trasferta, quella ligure è la formazione che ha ottenuto in percentuale più punti in gare esterne del torneo in corso (71%).
L’ultima sconfitta interna del Sassuolo contro una squadra neopromossa in Serie A risaliva al novembre 2017, (0-2 contro il Verona).
Il Sassuolo (2N, 3P) ha chiuso cinque gare consecutive in una singola stagione di Serie A senza successi per la prima volta dal marzo 2019 (otto).
Lo Spezia ha ottenuto il primo successo contro il Sassuolo dopo aver perso ciascuna delle precedenti cinque sfide contro i neroverdi tra Serie A, Serie B e Coppa Italia, realizzando solo un gol in più nel parziale rispetto a quelli messi a segno nel match odierno.
Il Sassuolo ha incassato almeno un gol in ciascuna delle ultime 10 gare di Serie A subendone almeno due in sei occasioni nel parziale, dopo aver ottenuto cinque clean sheet nelle precedenti sei partite del massimo campionato.
Francesco Caputo ha segnato 10 gol nelle ultime 10 sfide contro squadre neopromosse in Serie A (due di queste contro lo Spezia, dopo la rete nel match d'andata).
Martin Erlic ha trovato il gol con la sua prima conclusione in porta tentata nel torneo in corso.
Tutte le due reti realizzate da Emmanuel Gyasi in Serie A sono arrivate in trasferta, dopo quello dello scorso novembre contro il Cagliari.
Tutte le ultime otto reti realizzate dallo Spezia in Serie A sono state messe a segno da giocatori differenti.
Lo Spezia ha eguagliato il suo record di tiri nello specchio della porta in un singolo match (sei) in Serie A, quattro dei quali sono arrivati nel primo tempo.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments