SASSUOLO-ROMA 2-2

Serie A, Sassuolo-Roma 2-2: per Fonseca la Champions si allontana

Traoré risponde al rigore di Pellegrini, poi Peres illude i giallorossi prima del pareggio nel finale di Raspadori

di
  • A
  • A
  • A

Finisce 2-2 la sfida tra Sassuolo e Roma, valida per la 29esima giornata di Serie A. I giallorossi passano in vantaggio grazie al rigore trasformato da Pellegrini (26'), vengono raggiunti a inizio ripresa da Traoré (57'), ma poco dopo trovano il gol che sembra poter valere i tre punti grazie al destro di Bruno Peres (69'). A pochi minuti dallo scadere arriva il meritato pari neroverde con Raspadori (85'). Gli uomini di Fonseca scivolano a - 5 dalla zona Champions.

LA PARTITA

La Roma non sa più vincere. Dopo i due ko consecutivi contro Parma e Napoli, al Mapei Stadium arriva un pareggio giusto, ma che non può non lasciare qualche rimpianto. Il Sassuolo gioca bene, a tratti decisamente meglio dei giallorossi, ma il gol di Peres sembra mettere il pomeriggio sui binari giusti e poter rappresentare quell'iniezione di fiducia fondamentale che danno le vittorie più sudate e (va detto) non del tutto meritate. Poi, la beffa finale: un gol meritatissimo per il Sassuolo, ma che certifica la fragilità della squadra capitolina, specialmente a livello mentale. Scavalcata dalla Lazio, staccata dal Napoli, la Champions League resta a portata, ma per raggiungerla servirà un cambio di passo deciso e immediato, che al momento non si vede all'orizzonte.

Con Locatelli e Caputo tenuti precauzionalmente lontani dalla squadra, De Zerbi sceglie di affidarsi alla coppia centrale Obiang-Lopez e di puntare su Raspadori come punto di riferimento offensivo. Fonseca invece decide di dirottare Karsdorp in difesa, dando una chance dal 1' alla coppia El Shaarawy-Perez alle spalle di Mayoral. I padroni di casa partono col piede giusto, sfruttando al meglio la capacità di verticalizzare e cogliendo più di una volta in controtempo una retroguardia giallorossa a dir poco svagata in avvio. La difesa della Roma va nel pallone a ogni giocata in verticale dei neroverdi e al 12' Fonseca deve benedire il palo, sul quale si infrange la conclusione di Maxime Lopez, trovatosi completamente solo davanti al suo omonimo. Il primo sussulto dei capitolini arriva con Carles Perez, ma Consigli è strepitoso ad allontanare a guanto aperto una conclusione destinata sotto la traversa. La squadra giallorossa sembra riassestarsi, Perez cresce col passare dei minuti e al 26' si procura il rigore che Pellegrini trasforma, portando avanti i suoi con grande freddezza. Conquistato il vantaggio la Roma riesce a riordinare le idee anche in difesa e gestisce fino alla fine del primo tempo, sfiorando anche il 2-0 con una bella conclusione di Pellegrini che si spegne di poco sul fondo.

La ripresa inizia con un Sassuolo molto aggressivo, che prova a riversarsi da subito nella metà campo avversaria. Gli uomini di De Zerbi allargano bene le maglie della difesa giallorossa e al 54' vanno a un passo dal pareggio, ma Boga si divora un'occasione enorme, colpendo male sul cross di Traoré e facendo impennare sopra la traversa un pallone che era praticamente solo da spingere in rete. La pressione dei neroverdi paga al 58': Pau Lopez si supera su Raspadori, ma sul corner conseguente non può nulla quando il pallone spizzato da Chiriches arriva sul petto di Traoré, che deve solo accompagnarlo in porta. La partita è più viva che mai e la Roma ha l'occasione di rispondere immediatamente, ma El Shaarawy si fa ipnotizzare da Consigli lanciato in campo aperto e completamente solo davanti al portiere. Il match sembra reggersi su un equilibrio delicatissimo, che viene spezzato al 69' da una giocata eccezionale di Spinazzola: l'esterno azzurro ubriaca Toljan sulla sinistra e crossa in mezzo dove sbuca Bruno Peres, che controlla e batte Consigli con un destro potente e chirurgico. La sofferta vittoria sembra all'orizzonte, ma a cinque minuti dalla fine la difesa della Roma collassa sull'ennesima iniziativa di Raspadori, che imbeccato da Oddei (secondo assist in Serie A per il classe 2002), punisce i giallorossi e regala un pareggio più che meritato ai suoi.

LE PAGELLE

Marlon 5 - Troppe imprecisioni e troppi falli, tra cui quello, nettissimo, che porta al rigore dello 0-1.
Raspadori 7 - Non fa sentire la mancanza di Caputo con una prestazione sontuosa. Sempre preciso e puntuale nei movimenti in verticale a smarcarsi, da una sua conclusione nasce il corner che porta i suoi in parità e nel finale può liberare tutta la gioia per un gol che gli mancava dal 6 gennaio.
Traoré 6,5 - Compensa la giornata di no di Boga con un'ottima prova per pericolosità e continuità nei 90'. Il gol è un po' fortunoso, va detto, ma nelle azioni degne di nota del Sassuolo lui c'è sempre.

Carles Perez 6,5 - Nel primo tempo è lui ad accendere la luce dopo un avvio a dir poco spento della squadra. Prima spaventa Consigli, poi si procura il rigore che sblocca l'incontro. Cala nella ripresa e sparisce un po' dal vivo del gioco.
Pellegrini 6,5 - Prova a caricarsi sulle spalle una squadra stanca e incerottata siglando il gol dello 0-1 con un rigore impeccabile e tentando incursioni e conclusioni con buona continuità. Non basta a fare la differenza.
Borja Mayoral 5 - L'unica grande chance che gli capita è neutralizzata da un'uscita perfetta di Consigli, poi tanto girovagare per il campo e zero pericoli creati. Poco servito, ma anche quasi mai nel vivo delle azioni.
 

IL TABELLINO

Sassuolo-Roma 2-2
Sassuolo (4-2-3-1): Consigli 6,5; Toljan 5,5 (32' st Haraslin 6), Chiriches 6,5 (39' st Peluso sv), Marlon 5, Rogerio 6; Obiang 6, Lopez 6; Traoré 6,5, Djuricic 6 (39' st Oddei 6,5), Boga 5; Raspadori 7.
Allenatore: De Zerbi 6,5
Roma (3-4-2-1): Pau Lopez 6,5; Mancini 6, Cristante 5,5, Karsdorp 5,5; Peres 6,5, Diawara 6, Pellegrini 6,5, Spinazzola 6,5; Perez 6,5, El Shaarawy 6 (29' st Veretout 6); Mayoral 5 (38' st Dzeko sv).
Allenatore: Fonseca 5,5
Arbitro: Pairetto
Marcatori: 26' rig. Pellegrini (R), 12' st Traoré (S), 24' st Peres (R), 40' st Raspadori (S)
Ammoniti: Djuricic (S), Diawara (R), Pellegrini (R), Rogerio (S)

LE STATISTICHE

- Lorenzo Pellegrini è il 1° giocatore italiano della Roma a prendere parte ad almeno 5 gol e 5 assist in una singola stagione di Serie A a partire da Francesco Totti nel 2014/15.
- Lorenzo Pellegrini è il centrocampista più giovane con almeno 5 gol e 5 assist in questa stagione di Serie A (cinque reti e sei assist per lui).
- Il Sassuolo è la squadra contro cui Lorenzo Pellegrini ha preso parte a più reti in Serie A: sei (due gol e quattro assist).
- Il Sassuolo ha subito gol in 17 partite di fila per la prima volta in Serie A.
- Brian Oddei è l'unico giocatore nato a partire dal 2002 ad aver fornito assist in Serie A: due passaggi vincenti per lui nel torneo.
- Giacomo Raspadori ha segnato quattro gol in Serie A, tutti nei secondi tempi su azione.
- Lorenzo Pellegrini ha preso parte a 11 gol in questo campionato (cinque reti e sei assist), solo nel 2016/17 con il Sassuolo ha fatto meglio in Serie A (12: sei gol e sei passaggi vincenti).
- Lorenzo Pellegrini ha realizzato entrambi i rigori calciati in Serie A, il primo nel dicembre 2016 con la maglia del Sassuolo contro l'Empoli.
- La Roma ha trasformato in gol tutti i sette rigori calciati in questo campionato.
- Hamed Traore è uno dei soli tre centrocampisti nati a partire dal 2000 ad aver segnato almeno quattro gol in entrambe le ultime due stagioni nei top-5 campionati europei, insieme a Phil Foden e Jadon Sancho.
- Hamed Traore ha già eguagliato la sua miglior stagione a livello realizzativo in Serie A: quattro reti, come nello scorso campionato.
- Le cinque reti di Bruno Peres con la maglia della Roma in Serie A sono tutte arrivate in trasferta, l'ultima risaliva allo scorso luglio contro la SPAL (doppietta).
- Nel 2021 la Roma ha mandato in gol ben 11 giocatori in Serie A, solo l'Udinese ne conta di più (12).


Espulsi:

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments