Serie A, Sampdoria-Parma 2-0: Giampaolo sente odore di Europa League

Decisive le reti di Caprari e Quagliarella nella ripresa, blucerchiati al settimo posto

di
  • A
  • A
  • A

La Sampdoria piega 2-0 il Parma a Marassi nella 16esima giornata di Serie A e fa un salto importante in avanti a ridosso della zona Europa League. Quarto risultato utile consecutivo per i blucerchiati, che affondano i ducali nella ripresa grazie alle reti di Caprari e Quagliarella, entrambi splendidamente serviti dagli assist di Praet. Terza partita senza vittorie per i gialloblu, che restano fermi a quota 21 punti.

Sfida dal sapore di Europa League tra Sampdoria e Parma al Ferraris di Genova, dove gli emiliani si presentano con Scozzarella in mezzo al campo (ancora fuori Stulac) e l'ex Biabany nel tridente con Inglese e Siligardi, Giampaolo risponde con Sala al posto di Bereszynski infortunato e con Caprari in avanti preferito a Defrel. Grande spettacolo sugli spalti, con le tifoserie che festeggiano i molti anni di gemellaggio, molto meno in campo, dove il terreno appesantito dalla pioggia non facilita le giocate in velocità. Grande equilibrio nelle prime battute, il primo tiro in porta è di Sala dopo 10', ma la prima vera occasione da gol è per il Parma, che su corner va vicino al vantaggio con la zuccata di Iacoponi che si spegne sul fondo (14'). La gara è molto combattuta a centrocampo, le difese sono attente e gli spazi sono pochi, Quagliarella si libera del suo difensore e ci prova col destro dal limite, ma Sepe risponde presente (30'). Pochi minuti dopo altro episodio nell'area dei gialloblu, dove Rigoni tocca di mano scatenando le proteste dei padroni di casa, ma dopo la revisione del Var viene fischiato fuorigioco e punizione per i ducali (36'). Fino alla fine del primo tempo non succede più nulla, si va negli spogliatoi sul risultato di 0-0.

La ripresa inizia con gli stessi 22 in campo e con una Sampdoria molto più rapida e propositiva, Caprari inventa un grande assist per Linetty, ma il tiro del centrocampista polacco da centro area viene respinto dalla decisiva parata di Sepe (5'). La Samp spinge in massa alla ricerca del vantaggio, guadagna calci d'angolo in serie e costringe il Parma nella propria metà campo, Quagliarella ci prova da fuori, Linetty in acrobazia, ma la difesa ospite è ordinata e regge l'urto. Almeno fino alla metà del secondo tempo, quando i blucerchiati sfondano sulla destra con Sala e Praet, il cui cross perfetto consente a Caprari di firmare il vantaggio sotto la sua curva. Passano soltanto cinque minuti e la Samp passa di nuovo ipotecando la partita: ancora Praet inventa un assist dalla destra perfetto per la testa di Quagliarella, cha da due passi batte Sepe e fa 2-0 (nono centro in campionato e settimo gol nelle ultime sei partite per l'attaccante, che festeggia nel migliore dei modi il rinnovo di contratto annunciato da Osti nel pre-gara). Nel finale il Parma prova a più riprese a riaprire la partita, ma Audero fa buona guardia e gli ultimi minuti servono praticamente solo per il tiro da fuori di Saponara che sfiora il tris e per la standing ovation del pubblico di Genova per Fabio Quagliarella, che lascia il posto a Kownacki. Quarto risultato utile in fila per i blucerchiati, che tallonano il Sassuolo a ridosso della zona Europa, Parma scavalcato e fermo a quota 21.

Sepe 6,5 - Sempre molto attento, decisivo su Linetty e Quagliarella e incolpevole sui gol, forse il migliore dei suoi.
Inglese 5 - Probabilmente l'assenza di Gervinho gli pesa molto, è troppo solo in attacco e non riesce mai ad essere incisivo. 
Siligardi 5 - Altra prova deludente per il trequartista classe 1988, D'Aversa si aspetta che alzi la qualità in campo, ma lui è praticamente sempre fuori dal gioco.

Praet 7 - Ordinato, combattivo e soprattutto decisivo: sfonda due volte sulla destra e mette in mezzo i due palloni che decidono la partita.
Caprari 6,5 - Dopo un primo tempo un po' deludente per lui era pronto il cambio con Defrel, ma è stato bravissimo nell'inserimento che ha sbloccato la partita ed è uscito solo dopo il gol. Tra gli applausi.
Quagliarella 7 - Momento davvero magico per il capocannoniere dei blucerchiati, che sigla il nono gol in campionato e festeggia come meglio non potrebbe il rinnovo di contratto annunciato da Osti e confermato da Ferrero. Bellissima e meritata la standing ovation al momento della sostituzione.

SAMPDORIA-PARMA 2-0
Sampdoria (4-3-1-2): Audero 6; Sala 6,5, Tonelli 6, Andersen 6, Murru 5,5; Praet 7, Ekdal 6,5, Linetty 6,5; Ramirez 5,5 (36'st Saponara sv); Caprari 6,5 (23'st Defrel 6), Quagliarella 7 (43'st Kownacki sv). A disp: Belec, Rafael, Ferrari, Rolando, Colley, Tavares, Barreto, Vieira, Saponara, Jankto, Defrel, Kownacki. All: Giampaolo 
Parma (4-3-3): Sepe 6,5; Iacoponi 6, Alves 6, Bastoni 6, Gagliolo 5,5 (30'st Ciciretti 6); Rigoni 6, Scozzarella 5,5 (35'st Stulac sv), Barillà 5,5; Siligardi 5 (22'st Ceravolo 6), Inglese 5, Biabiany 5,5. A disp: Frattali, Bagheria, Gazzola, Gobbi, Stulac, Ciciretti, Dezi, Sprocati, Ceravolo, Di Gaudio. All: D'Aversa.
Arbitro: Pairetto
Marcatori: 20'st Caprari, 25'st Quagliarella
Ammoniti: Murru, Linetty (S), Scozzarella (P)
Espulsi: -

La Sampdoria non terminava un incontro di Serie A mantenendo la propria porta inviolata da ottobre, contro il Sassuolo (0-0).
Il Parma chiude questo incontro senza tiri nello specchio; è la terza volta che accade ai gialloblù in questa Serie A – in precedenza contro la SPAL ad agosto e contro il Napoli a settembre.
Per la prima volta in carriera Fabio Quagliarella ha segnato per sei gare di fila nello stesso campionato di Serie A.
Dei nove gol di Quagliarella in questo campionato, quello di oggi è solo il secondo realizzato di testa.
Nono centro per Quagliarella in questo campionato: eguagliata la sua miglior partenza in termini realizzativi dopo le prime 15 presenze in Serie A, stabilita nel 2017/18.
La Sampdoria ha vinto tre degli ultimi cinque incontri casalinghi di Serie A (1N, 1P).
Il Parma è uscito sconfitto in tre delle ultime cinque trasferte di Serie A (2V).
Per la prima volta in Serie A Dennis Praet fornisce due assist nello stesso incontro; il 10 blucerchiato non forniva un passaggio vincente nella competizione da ottobre 2017 (v Inter).
Gianluca Caprari – in gol con il suo unico tentativo nel match - ha segnato tre reti in questa Serie A con soli sei tiri nello specchio.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments