IL FUTURO DEL CALCIO

Presidente Serie A: voto il 27/11

In attesa di capire se la Figc sarà o meno commissariata, la Lega di Serie A vuole darsi un presidente

  • A
  • A
  • A

Un'accelerazione per darsi una governance visto il vuoto che si è venuto a creare dopo le dimissioni del presidente della Figc, Carlo Tavecchio. E' l'obiettivo della Lega di Serie A: l'assemblea convocata per lunedì 27 novembre nella sede di Via Rosellini a Milano è infatti diventata elettiva. Lo comunica la stessa Lega Calcio. Attualmente, il commissario della Lega è proprio Tavecchio.

In attesa di capire se la Figc sarà o meno commissariata (si va per il no), la Lega di Serie A vuole darsi un presidente anche perché l'11 dicembre si chiude l'incarico di commissario di Carlo Tavecchio ed è meglio anticipare la conclusione del mandato. E con la nomina di un presidente e dei consiglieri la A potrà integrare il "vuoto" che al momento c'è in Consiglio federale, dove non siede nessun presidente di Serie A (tre poltrone)
All'ordine del giorno dell'Assemblea, quindi, è stata integrata l'elezione del presidente, dell'amministratore delegato, di cinque consiglieri di Lega e di due consiglieri federali in rappresentanza della Lega di A, oltre che del presidente del collegio dei revisori dei conti, dei due componenti effettivi e dei due supplenti dello stesso. Tra i punti che verranno discussi c'è anche l'esame del canale tv della Lega Calcio. Al momento, però, mancano i candidati. A febbraio era stato fatto il nome di Walter Veltroni: oggi non è più sul tavolo.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments