LAZIO-CAGLIARI 2-2

Serie A, Lazio-Cagliari 2-2: Mazzarri debutta fermando i biancocelesti

All'Olimpico, Joao Pedro e Keita rimontano l'iniziale vantaggio degli uomini di Sarri firmato da Immobile, ma Cataldi all'83' evita il ko

  • A
  • A
  • A

La Lazio si fa fermare sul pareggio nella quarta giornata di Serie A: all'Olimpico, i biancocelesti non vanno oltre il 2-2 con il Cagliari di Walter Mazzarri, al debutto sulla panchina sarda. Immobile firma il vantaggio a fine primo tempo con un preciso colpo di testa, ma Joao Pedro (46') e l'ex Keita (62') sembrano ribaltare il match. Ci pensa Cataldi, con un destro all'incrocio all'83', ad evitare il ko agli uomini di Sarri.

LA PARTITA
La Lazio non riesce a reagire dopo il ko di San Siro con il Milan e si fa fermare sul pareggio dal Cagliari di Walter Mazzarri, che fino al minuto 83 sogna di debuttare sulla panchina sarda con una prestigiosa vittoria. All'Olimpico, gli ospiti partono forte e sfiorano il bersaglio grosso con la mancata incornata di Dalbert e la respinta di Lazzari sulla conclusione da distanza ravvicinata di Keita, mentre al 21' Nandez si divora con un colpo di testa in area il possibile vantaggio. I biancocelesti soffrono, ci provano sfruttando gli esterni e i calci piazzati, poi trovano il vantaggio poco prima dell'intervallo: cross dalla destra di Milinkovic-Savic e gran colpo di testa vincente di Immobile, che indirizza sul secondo palo e batte Cragno, firmando 1-0 per la squadra di Sarri, costretto ad assistere dalla tribuna al match dei suoi a causa dell'espulsione rimediata nell'immediato post partita con il Milan.

Dopo appena 25 secondi nella ripresa, però, il Cagliari rimette tutto in equilibrio: Joao Pedro chiude lo scambio con Marin, protagonista di uno strepitoso assist col cucchiaio, e di testa batte Reina in pallonetto, siglando l'1-1. Al 62', la rimonta sarda sembra completarsi con il più classico dei gol dell'ex: Joao Pedro scappa sulla sinistra a Luiz Felipe, già ammonito, e mette al centro per Keita, che con il destro firma il 2-1 per la formazione di Mazzarri. Al 73', Cragno è attentissimo nel respingere la poderosa conclusione dal limite di Luis Alberto, vicinissimo al pareggio, mentre un minuto dopo il portiere dei sardi è miracolo nel deviare sulla traversa il sinistro di Immobile. All'83', però, arriva il 2-2 dei biancocelesti: Cataldi, entrato al 65' al posto di uno spento Lucas Leiva, si avventa sul colpo di testa di Milinkovic-Savic respinto dalla difesa e centra l'incrocio dei pali. La rete galvanizza gli uomini di Sarri, con gli ospiti che restano in dieci per l'espulsione per somma di ammonizioni di Zappa, ma il risultato non cambia più: con questo 2-2, la Lazio sale a 7 punti. Si porta a quota 2, invece, il Cagliari: ma se questo è l'inizio dell'era Mazzarri, i sardi possono essere ottimisti.

LE PAGELLE
Cragno 7
- Protagonista con due incredibili parate subito dopo il vantaggio: strepitoso su Luis Alberto e soprattutto su Immobile.

Keita 7 - Il grande ex di giornata si toglie la soddisfazione di segnare alla sua vecchia squadra con un preciso destro in area.

Joao Pedro 7,5 - Il capitano trascina la squadra e, ai punti, è decisivo per il pareggio, con un gol e un assist.

Luiz Felipe 5 - Si fa superare con troppa facilità da Joao Pedro in occasione del momentaneo 1-2. Insicuro nel resto del match.

Cataldi 7 - Entra nella ripresa ed evita il ko alla formazione di Sarri con uno strepitoso destro all'incrocio dei pali.

Immobile 7 - Risponde alle critiche con un gran colpo di testa. Troverebbe anche la doppietta, ma è costretto ad arrendersi di fronte ad un super Cragno.

IL TABELLINO
LAZIO-CAGLIARI 2-2
Lazio (4-3-3):
Reina 6; Lazzari 6 (29' st Marusic 6), Luiz Felipe 5, Acerbi 6, Hysaj 5,5; Milinkovic-Savic 6,5, Leiva 5,5 (20' st Cataldi 7), Luis Alberto 5,5 (43' st Akpa Akpro sv), Felipe Anderson 6 (43' st Moro sv), Pedro 6 (20' st Zaccagni 6); Immobile 7. A disp.: Strakosha, Adamonis, Patric, Escalante, Radu, Basic, Muriqi. All.: Martusciello 6
Cagliari (3-5-2): Cragno 7; Ceppitelli 6,5, Carboni 6, Lykogiannis 6 (29' st Bellanova 6); Caceres 5,5 (11' st Zappa 5), Nandez 6,5, Marin 6,5, Deiola 6, Dalbert 6 (11' st Walukiewicz 6); Joao Pedro 7,5 (43' st Pavoletti sv), Keita 7 (29' st Pereiro 6). A disp.: Aresti, Radunovic, Altare, Farias, Oliva, Grassi. All.: Mazzarri 7
Arbitro: Ghersini
Marcatori: 45' Immobile (L), 1' st Joao Pedro (C), 17' st Keita (C), 38' st Cataldi (L)
Ammoniti: Caceres (C), Luiz Felipe (L), Zappa (C), Mazzarri (C)
Espulsi: Zappa al 48' st per somma di ammonizioni.

LE STATISTICHE
Lazio e Cagliari hanno pareggiato un match di Serie A in casa dei biancocelesti per la prima volta da ottobre 2006.

La Lazio ha eguagliato il proprio record di reti realizzate in Serie A dopo quattro partite stagionali giocate: 11, come nel 1934/35

Solo Robert Lewandowski ed Erling Haaland (cinque gol) hanno segnato più reti casalinghe di Ciro Immobile (quattro) nei top-5 campionati europei in corso.

Immobile ha segnato il suo 11º gol contro il Cagliari in Serie A, solo contro la Sampdoria ha fatto meglio nella competizione (12 reti).

Immobile ha segnato cinque reti nelle prime quattro presenze stagionali in Serie A: solo nel 2017/18 ha fatto meglio (sei gol) dopo altrettante gare.

Danilo Cataldi ha segnato il suo primo in gol Serie A da febbraio 2020 contro il Genoa e il primo all'Olimpico da marzo 2019 contro la Roma.

João Pedro è il secondo giocatore del Cagliari a segnare almeno quattro reti nelle sue prime quattro presenze stagionali in Serie A nell'era dei tre punti a vittoria (dal 1994/95), dopo Marco Borriello nel 2016/17.

João Pedro è diventato il primo giocatore del Cagliari a prendere parte ad almeno un gol in tutte le sue prime quattro partite stagionali di Serie A dal 2004/05 (da quando Opta raccoglie il dato).

João Pedro è il giocatore che ha preso parte a più reti (sei, quattro gol e due assist) nella Serie A in corso.

Nessun giocatore ha servito più assist di Razvan Marin in questa Serie A (tre al pari di Luis Alberto e Nicolò Barella).

Keita Baldé ha segnato un gol all'Olimpico in Serie A per la prima volta da dicembre 2018, quando vestiva la maglia dell'Inter contro la Roma.

Walter Mazzarri è tornato ad allenare in un match di Serie A dopo 595 giorni, la sua ultima panchina era stata il 2 febbraio 2020: Lecce - Torino 4-0.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments